Per le sue modalità di produzione lo zafferano è la spezia più cara nel mondo e potrebbe rappresentare perciò un’interessante opportunità economica per piccole e medie aziende agricole multifunzionali delle aree di montagna. Per supportare questa produzione “di nicchia”, il Centro Interdipartimentale di Studi Applicati per la Gestione Sostenibile e la Difesa della Montagna ha attuato uno studio sulla qualità dello zafferano proveniente da coltivazioni delle zone alpine e offre una serie di servizi agli agricoltori che desiderano inziare la sua coltivazione.

L'oro rosso della montagna / D. Pentimalli, L. Giupponi, S. Panseri, A. Giorgi. - In: NATURAL 1. - ISSN 1721-1425. - 17:160(2017 Mar), pp. 50-56.

L'oro rosso della montagna

D. Pentimalli
Primo
;
L. Giupponi
Secondo
;
S. Panseri;A. Giorgi
Ultimo
2017-03

Abstract

Per le sue modalità di produzione lo zafferano è la spezia più cara nel mondo e potrebbe rappresentare perciò un’interessante opportunità economica per piccole e medie aziende agricole multifunzionali delle aree di montagna. Per supportare questa produzione “di nicchia”, il Centro Interdipartimentale di Studi Applicati per la Gestione Sostenibile e la Difesa della Montagna ha attuato uno studio sulla qualità dello zafferano proveniente da coltivazioni delle zone alpine e offre una serie di servizi agli agricoltori che desiderano inziare la sua coltivazione.
Settore BIO/03 - Botanica Ambientale e Applicata
GESDIMONT - Centro Interdipartimentale di Studi Applicati per la Gestione Sostenibile e la Difesa della Montagna
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
zafferano_Natural 1 mar17.pdf

accesso riservato

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 362.86 kB
Formato Adobe PDF
362.86 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/616324
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact