Biblioteche: luoghi comuni?