Nei dieci anni del loro sodalizio, malgrado profonde differenze speculative li dividessero, Croce e Gentile riuscirono a sprovincializzare, mediante "La Critica", la cultura italiana fino a donarle rango europeo e mondiale. Ciò suscitò l'attenzione ammirata di alcuni tra i maggiori studiosi non-italiani di area umanistica: Vossler, Spitzer, von Schlosser, Auerbach, Curtius, Meinecke, Kris, Gombrich, Wellek ecc.

Croce, Gentile e “La Critica” fino al 1915 / M.G. Riccobono. - In: RIVISTA DI LETTERATURA ITALIANA. - ISSN 0392-825X. - 23:1-2(2005), pp. 179-185. [10.1400/17530]

Croce, Gentile e “La Critica” fino al 1915

M.G. Riccobono
Primo
2005

Abstract

Nei dieci anni del loro sodalizio, malgrado profonde differenze speculative li dividessero, Croce e Gentile riuscirono a sprovincializzare, mediante "La Critica", la cultura italiana fino a donarle rango europeo e mondiale. Ciò suscitò l'attenzione ammirata di alcuni tra i maggiori studiosi non-italiani di area umanistica: Vossler, Spitzer, von Schlosser, Auerbach, Curtius, Meinecke, Kris, Gombrich, Wellek ecc.
positivismo ; metodo storico-filologico ; teoria della lingua ; arte come espressione ; politica ; dibattiti ; area europea e occidentale
Settore L-FIL-LET/10 - Letteratura Italiana
Article (author)
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/9724
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact