L’articolo è un commento continuato al canto 13 del Purgatorio, che sviluppa la lettu­ra tenuta dall’autore presso la Casa di Dante in Roma, la mattina di domenica 12 marzo 2017, nell’àmbito della «Lectura Dantis Romana». In particolare, nella descrizione del peccato dell’invidia e della condizione degli espianti si individua il rapporto di Dante con i Moralia in Iob di Gregorio Magno e la Summa de vitiis et virtutibus di Guglielmo Peraldo, che sono del resto due tra i piú solidi basamenti dell’orografia morale del purgatorio dantesco. Nell’analisi dell’esempio mariano delle Nozze di Cana, si valorizza il legame stretto tra la Commedia e un commento all’Ave Maria, che ha avuto una straordinaria diffusione, lo Speculum Beatae Virginis Mariae di Corrado di Sassonia, trattato non sfuggito alla dantistica di fine ’800 e inizio ’900, ma poi non entrato, come forse era lecito aspet­tarsi, nell’esegesi dantesca, a parte qualche sporadica eccezione. Sempre nella serie degli esempi mariani vengono messe in rilievo suggestive tangenze con il ciclo giottesco degli Scrovegni. La pena degli invidiosi è quindi messa in relazione con la pratica della tarsor­rafia di cui si parla nei coevi trattati di chirurgia e in particolare nella Cyrurgia seu filia principis di Teodorico de’ Borgognoni (Lucca 1205-­Bologna 1298), frate domenicano, ve­scovo e soprattutto celebre chirurgo, figlio di un altro rinomato chirurgo di nome Ugo, entrambi attivi a Bologna nel secondo Duecento. Nell’ultima parte dell’articolo si ana­lizzano gli affreschi di Emilio Ambron, commissionati dal conte senese Guido Chigi Saracini per la biblioteca del suo palazzo di via di Città, ora sede della Accademia Musi­ cale Chigiana: a distanza di secoli il lontano discendente ha cosí voluto rinfamare Sapía.

Il livido colore dell'invidia : Lettura di Purgatorio XIII / D. Pirovano. - In: RIVISTA DI STUDI DANTESCHI. - ISSN 1594-1000. - 17:1(2017), pp. 18-65.

Il livido colore dell'invidia : Lettura di Purgatorio XIII

D. Pirovano
2017

Abstract

L’articolo è un commento continuato al canto 13 del Purgatorio, che sviluppa la lettu­ra tenuta dall’autore presso la Casa di Dante in Roma, la mattina di domenica 12 marzo 2017, nell’àmbito della «Lectura Dantis Romana». In particolare, nella descrizione del peccato dell’invidia e della condizione degli espianti si individua il rapporto di Dante con i Moralia in Iob di Gregorio Magno e la Summa de vitiis et virtutibus di Guglielmo Peraldo, che sono del resto due tra i piú solidi basamenti dell’orografia morale del purgatorio dantesco. Nell’analisi dell’esempio mariano delle Nozze di Cana, si valorizza il legame stretto tra la Commedia e un commento all’Ave Maria, che ha avuto una straordinaria diffusione, lo Speculum Beatae Virginis Mariae di Corrado di Sassonia, trattato non sfuggito alla dantistica di fine ’800 e inizio ’900, ma poi non entrato, come forse era lecito aspet­tarsi, nell’esegesi dantesca, a parte qualche sporadica eccezione. Sempre nella serie degli esempi mariani vengono messe in rilievo suggestive tangenze con il ciclo giottesco degli Scrovegni. La pena degli invidiosi è quindi messa in relazione con la pratica della tarsor­rafia di cui si parla nei coevi trattati di chirurgia e in particolare nella Cyrurgia seu filia principis di Teodorico de’ Borgognoni (Lucca 1205-­Bologna 1298), frate domenicano, ve­scovo e soprattutto celebre chirurgo, figlio di un altro rinomato chirurgo di nome Ugo, entrambi attivi a Bologna nel secondo Duecento. Nell’ultima parte dell’articolo si ana­lizzano gli affreschi di Emilio Ambron, commissionati dal conte senese Guido Chigi Saracini per la biblioteca del suo palazzo di via di Città, ora sede della Accademia Musi­ cale Chigiana: a distanza di secoli il lontano discendente ha cosí voluto rinfamare Sapía.
Dante Alighieri; Purgatorio
Settore L-FIL-LET/13 - Filologia della Letteratura Italiana
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
02_Pirovano_RSD_1_17.pdf

accesso riservato

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 3.32 MB
Formato Adobe PDF
3.32 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/940096
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact