«Poema di sangue e di lussuria», come la definí il suo autore, la Francesca da Rimini è una tragedia in versi rappresentata per la prima volta al Teatro Costanzi di Roma il 9 dicembre 1901 dalla compagnia di Eleonora Duse, con la «divina» nella parte della protagonista e Gabriele D’Annunzio nel ruolo di regista. Nel testo teatrale rivivono gli amanti immortali di Dante attraverso la versione romanzata della tragica storia raccontata da Boccaccio nella sua esposizione del quinto canto dell’Inferno, e si introducono interessanti novità, come la schiava cipriota Smaragdi e il fosco Malatestino, innamorato respinto da Francesca, che per vendetta si fa delatore dell’adulterio presso il fratello maggiore Gianciotto Malatesta. In questa nuova edizione, il fitto commento del curatore mette in luce gli innumerevoli riferimenti storici e letterari disseminati nel testo poetico (la Commedia in particolare), facendo emergere l’accurato lavoro compiuto da D’Annunzio, che per la sua tragedia si documentò scrupolosamente con l’obiettivo dichiarato di rendere vivi e palpitanti i suoi drammatici personaggi.

Francesca da RiminiCommento scientifico a cura di] D. Pirovano. - [s.l] : Salerno, 2018. - ISBN 9788869732966.

Francesca da Rimini

D. Pirovano
2018

Abstract

«Poema di sangue e di lussuria», come la definí il suo autore, la Francesca da Rimini è una tragedia in versi rappresentata per la prima volta al Teatro Costanzi di Roma il 9 dicembre 1901 dalla compagnia di Eleonora Duse, con la «divina» nella parte della protagonista e Gabriele D’Annunzio nel ruolo di regista. Nel testo teatrale rivivono gli amanti immortali di Dante attraverso la versione romanzata della tragica storia raccontata da Boccaccio nella sua esposizione del quinto canto dell’Inferno, e si introducono interessanti novità, come la schiava cipriota Smaragdi e il fosco Malatestino, innamorato respinto da Francesca, che per vendetta si fa delatore dell’adulterio presso il fratello maggiore Gianciotto Malatesta. In questa nuova edizione, il fitto commento del curatore mette in luce gli innumerevoli riferimenti storici e letterari disseminati nel testo poetico (la Commedia in particolare), facendo emergere l’accurato lavoro compiuto da D’Annunzio, che per la sua tragedia si documentò scrupolosamente con l’obiettivo dichiarato di rendere vivi e palpitanti i suoi drammatici personaggi.
Francesca da Rimini
Gabriele d'Annunzio; Dante Alighieri; Teatro
Settore L-FIL-LET/13 - Filologia della Letteratura Italiana
Book (critical editor)
Francesca da RiminiCommento scientifico a cura di] D. Pirovano. - [s.l] : Salerno, 2018. - ISBN 9788869732966.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
d'Annunzio Francesca da Rimini.pdf

accesso riservato

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 1.61 MB
Formato Adobe PDF
1.61 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/939832
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact