Qualche osservazione sulla prima circolazione manoscritta delle più antiche mises en prose agiografiche francesi