L’art.111Cost.el’art.2c.p.a.hannostabilitounacorrelazionetragiusto processo e giurisdizione: solo un processo giusto costituisce idonea attuazione della giurisdizione. La precisazione è importante soprattutto per il processo amministrativo, il cui baricentro continua a essere indeciso tra il peso del modello originario del contenzioso amministrativo e la forza attrattiva del- l’idea costituzionale di giurisdizione. Una lettura forte del principio del giusto processo impedisce di conservare istituti e discipline particolari in nome della presunta specialità del processo amministrativo. Lo scritto cerca di analizzare varie ipotesi in cui lo squilibrio tra parti esistente nel diritto sostanziale è trasferito anche nel diritto processuale amministrativo, come se l’interesse pubblico sostanziale subisse una sorta di prolungamento processuale. I dubbi che un’interpretazione rigorosa del giusto processo fanno sorgere nei con- fronti della disciplina del processo amministrativo sono esposti utilizzando come schema d’analisi le singole garanzie specificate dagli artt. 111 Cost. e 2 c.p.a (terzietà e imparzialità del giudice; parità delle parti; contraddittorio; ragionevole durata del processo).

Giusto processo e giudizio amministrativo / M. Ramajoli. - In: DIRITTO PROCESSUALE AMMINISTRATIVO. - ISSN 0393-1315. - 31:1(2013), pp. 100-146.

Giusto processo e giudizio amministrativo

Ramajoli M
2013

Abstract

L’art.111Cost.el’art.2c.p.a.hannostabilitounacorrelazionetragiusto processo e giurisdizione: solo un processo giusto costituisce idonea attuazione della giurisdizione. La precisazione è importante soprattutto per il processo amministrativo, il cui baricentro continua a essere indeciso tra il peso del modello originario del contenzioso amministrativo e la forza attrattiva del- l’idea costituzionale di giurisdizione. Una lettura forte del principio del giusto processo impedisce di conservare istituti e discipline particolari in nome della presunta specialità del processo amministrativo. Lo scritto cerca di analizzare varie ipotesi in cui lo squilibrio tra parti esistente nel diritto sostanziale è trasferito anche nel diritto processuale amministrativo, come se l’interesse pubblico sostanziale subisse una sorta di prolungamento processuale. I dubbi che un’interpretazione rigorosa del giusto processo fanno sorgere nei con- fronti della disciplina del processo amministrativo sono esposti utilizzando come schema d’analisi le singole garanzie specificate dagli artt. 111 Cost. e 2 c.p.a (terzietà e imparzialità del giudice; parità delle parti; contraddittorio; ragionevole durata del processo).
processo amministrativo; giusto processo
Settore IUS/10 - Diritto Amministrativo
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
RAMAJOLI M. Giusto processo (ER).pdf

non disponibili

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 257.77 kB
Formato Adobe PDF
257.77 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
giusto processo.pdf

accesso aperto

Tipologia: Post-print, accepted manuscript ecc. (versione accettata dall'editore)
Dimensione 473.16 kB
Formato Adobe PDF
473.16 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/723553
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact