Corte costituzionale, sentenza n. 119 del 2015: quando l’integrazione degli «altri» passa dai doveri