Brevi note intorno ad un recente studio sulla committenza artistica in età macedone (867-1025)