Il volume è una raccolta di saggi sul teatro, su opere o autori che coprono un lasso di tempo che va dal Settecento ai giorni nostri. Alcune riflessioni si sviluppano a partire da suggestioni di amici e colleghi con cui condivido passioni comuni (Pina De Luca, Gabriella Cambiaghi, Gianfranco Mormino, Salvatore Tedesco), altre nascono da interessi scientifici personali. Nella vita si cammina su sentieri dove si transita per lungo tempo e che poi vengono abbandonati per essere, però, ripercorsi più avanti negli anni, con nuove consapevolezze e nuove incertezze. Saggi come quello su Le roi s’amuse o sulla Traviata hanno questa impronta. Altri, invece, sorgono da riflessioni collettive (convegni, incontri) come il saggio sull’Edipo di Voltaire e quelli su Sardou, Eduardo e Castellucci. Nonostante la matrice diversa, i saggi hanno tutti un’impronta fortemente unitaria: indagare le influenze reciproche e le profonde differenze tra tragedia, dramma, melodramma e commedia e tratteggiare i limiti estetici della rappresentazione nel momento in cui, soprattutto nella nostra contemporaneità, tali limiti si espandono. Tutti i drammaturghi o registi che vengono presi in considerazione sono emblematici in quanto scrivono e lavorano in periodi di forte cambiamento della cultura teatrale: Voltaire durante il passaggio dalla tragedia al dramma borghese, che egli stesso aiuta a preparare, forse non del tutto coscientemente; Victor Hugo negli anni che segnano, grazie alla sua opera, la nascita del dramma di contro alla tragedia; Victorien Sardou mentre si fa esplicita la crisi del melodramma che ha ormai raggiunto le sue vette più alte; Romeo Castellucci nel momento del ritorno di una forma del tutto rinnovata di tragedia che la sua opera porta a compimento. Il volume vuole quindi essere una riflessione sui generi teatrali e sull’estetica del melodrammatico che, accettata o respinta, è un orizzonte da cui nessun artista, dal Settecento in poi, può prescindere.

Frammenti di sipario / M. Mazzocut-Mis. - Milano : Mimesis, 2019. - ISBN 9788857552637. (FILOSOFIE DEL TEATRO)

Frammenti di sipario

M. Mazzocut-Mis
2019

Abstract

Il volume è una raccolta di saggi sul teatro, su opere o autori che coprono un lasso di tempo che va dal Settecento ai giorni nostri. Alcune riflessioni si sviluppano a partire da suggestioni di amici e colleghi con cui condivido passioni comuni (Pina De Luca, Gabriella Cambiaghi, Gianfranco Mormino, Salvatore Tedesco), altre nascono da interessi scientifici personali. Nella vita si cammina su sentieri dove si transita per lungo tempo e che poi vengono abbandonati per essere, però, ripercorsi più avanti negli anni, con nuove consapevolezze e nuove incertezze. Saggi come quello su Le roi s’amuse o sulla Traviata hanno questa impronta. Altri, invece, sorgono da riflessioni collettive (convegni, incontri) come il saggio sull’Edipo di Voltaire e quelli su Sardou, Eduardo e Castellucci. Nonostante la matrice diversa, i saggi hanno tutti un’impronta fortemente unitaria: indagare le influenze reciproche e le profonde differenze tra tragedia, dramma, melodramma e commedia e tratteggiare i limiti estetici della rappresentazione nel momento in cui, soprattutto nella nostra contemporaneità, tali limiti si espandono. Tutti i drammaturghi o registi che vengono presi in considerazione sono emblematici in quanto scrivono e lavorano in periodi di forte cambiamento della cultura teatrale: Voltaire durante il passaggio dalla tragedia al dramma borghese, che egli stesso aiuta a preparare, forse non del tutto coscientemente; Victor Hugo negli anni che segnano, grazie alla sua opera, la nascita del dramma di contro alla tragedia; Victorien Sardou mentre si fa esplicita la crisi del melodramma che ha ormai raggiunto le sue vette più alte; Romeo Castellucci nel momento del ritorno di una forma del tutto rinnovata di tragedia che la sua opera porta a compimento. Il volume vuole quindi essere una riflessione sui generi teatrali e sull’estetica del melodrammatico che, accettata o respinta, è un orizzonte da cui nessun artista, dal Settecento in poi, può prescindere.
Aesthetics; Theater; Grotesque; Melodrama
Settore M-FIL/04 - Estetica
Dipartimenti di Eccellenza 2018-2022 - Dipartimento di FILOSOFIA
Frammenti di sipario / M. Mazzocut-Mis. - Milano : Mimesis, 2019. - ISBN 9788857552637. (FILOSOFIE DEL TEATRO)
Book (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Mazzocut, Frammenti di sipario 29 nov.pdf

accesso riservato

Tipologia: Post-print, accepted manuscript ecc. (versione accettata dall'editore)
Dimensione 854.61 kB
Formato Adobe PDF
854.61 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/627642
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact