Sulla ricezione del Theorema Egregium, 1828-1868