Nell''articolo si analizza lo schema metrico della ballata presente nel ms. Riccardiano 2317, in cui a una stanza di ballata attribuita dalla tradizione a Dante sono aggiunte altre due stanze, pure trecentesche ma di altro autore: lo schema, infrequente nella seconda metà del Trecento, è invece utilizzato più volte da Boccaccio, sia nella variante monostrofica che in quella pluristrofica, ed è in lui di ispirazione culta e arcaizzante.

Da Dante a Boccaccio : a proposito delle ballate del Decameron e della ballata con ragione in prosa del ms. Ricc. 2317 / B. Barbiellini Amidei - In: La lirica romanza del Medioevo : storia, tradizioni, interpretazioni : atti del 6. convegno triennale della Società Italiana di Filologia Romanza / [a cura di] F. Brugnolo, F. Gambino. - Padova : Unipress, 2009. - ISBN 9788880982555. - pp. 891-917 (( Intervento presentato al 6. convegno Convegno triennale della Società Italiana di Filologia Romanza : la lirica romanza del Medioevo : storia, tradizioni, interpretazioni tenutosi a Padova - Stra nel 2006.

Da Dante a Boccaccio : a proposito delle ballate del Decameron e della ballata con ragione in prosa del ms. Ricc. 2317

B. Barbiellini Amidei
Primo
2009

Abstract

Nell''articolo si analizza lo schema metrico della ballata presente nel ms. Riccardiano 2317, in cui a una stanza di ballata attribuita dalla tradizione a Dante sono aggiunte altre due stanze, pure trecentesche ma di altro autore: lo schema, infrequente nella seconda metà del Trecento, è invece utilizzato più volte da Boccaccio, sia nella variante monostrofica che in quella pluristrofica, ed è in lui di ispirazione culta e arcaizzante.
Boccaccio ; ballate ; Decameron ; ms. Ricc. 2317
Settore L-FIL-LET/09 - Filologia e Linguistica Romanza
Book Part (author)
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/57171
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact