The history of care of people with mental distress reveals that those people has been regularly ex-cluded from the right of living a “good life” and so from the possibility to share the common good. Which is the “good” that a community deserves, when taking care for people with mental illness, not only guaranteeing their rights, but also supporting them? The paper will offer a reflection about those questions, considering the educational work as a strategy to promote community mental health.

La storia della cura del disagio mentale ci insegna che alcune persone sono state sistematicamente escluse dal diritto a una “buona vita” e, quindi, dal bene comune. Ma qual è il “bene” che una comunità conquista, nel farsi carico di una persona con pro-blemi di salute mentale, non solo garantendone i diritti, ma anche facendosi solidale? L’articolo vuole offrire una riflessione intorno a questi inter-rogativi, ragionando sul lavoro educativo quale possibilità per promuovere salute mentale di comunità.

Bene comune e salute mentale di comunità : il contributo dell’educazione / M.B. Gambacorti Passerini, C. Palmieri, L. Zannini. - In: METIS. - ISSN 2240-9580. - 7:2(2017), pp. 141-164.

Bene comune e salute mentale di comunità : il contributo dell’educazione

Gambacorti Passerini, Maria Benedetta;Zannini, Lucia
2017

Abstract

La storia della cura del disagio mentale ci insegna che alcune persone sono state sistematicamente escluse dal diritto a una “buona vita” e, quindi, dal bene comune. Ma qual è il “bene” che una comunità conquista, nel farsi carico di una persona con pro-blemi di salute mentale, non solo garantendone i diritti, ma anche facendosi solidale? L’articolo vuole offrire una riflessione intorno a questi inter-rogativi, ragionando sul lavoro educativo quale possibilità per promuovere salute mentale di comunità.
The history of care of people with mental distress reveals that those people has been regularly ex-cluded from the right of living a “good life” and so from the possibility to share the common good. Which is the “good” that a community deserves, when taking care for people with mental illness, not only guaranteeing their rights, but also supporting them? The paper will offer a reflection about those questions, considering the educational work as a strategy to promote community mental health.
common good; community; citizenship right; educational work; mental health
Settore M-PED/01 - Pedagogia Generale e Sociale
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Bene comune finale pubblicato.pdf

non disponibili

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 402.66 kB
Formato Adobe PDF
402.66 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/548299
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact