Seven patients who underwent mandibular reconstruction with a fibula free flap (one on the midline, six on either right or left side) and were rehabilitated with implant supported prostheses, performed free mandibular border movements (maximal mouth opening and closing, right and left lateral excursions, protrusion) that were recorded by a non-invasive motion analyser. Temporomandibular joint (TMJ) kinematic parameters were compared to those calculated in healthy control subjects using z-scores. Maximum mouth opening was reduced in all patients, with z-scores ranging from -2.742 to -0.106, and performed with a reduced sagittal plane mandibular rotation. Interincisal point forward movement during protrusion was reduced in all but one patient. Lateral mandibular movements (displacement of the interincisal point) and bilateral condylar movements during mouth opening were very variable and sometimes asymmetrical. Mandibular rotation was also variable, with z-scores ranging from -1.265 to 1.388. Together with mandibular range of motion, we investigated biomechanical characteristics of TMJ motion that can provide further information about the joint without submitting the patient to harmful procedures, and that can be followed-up during healing. The investigation indicates those areas that need to be given special attention in preoperative planning, patient information and rehabilitation.

In questo studio sono stati analizzati sette pazienti a cui è stata ricostruita la mandibola utilizzando un lembo libero di fibula. Un paziente è stato operato medialmente e gli altri sul lato destro o sinistro. I pazienti sono stati riabilitati con protesi su impianti, ed hanno eseguito una serie di movimenti limite mandibolari (massima apertura e chiusura della bocca, laterotrusioni destra e sinistra, protrusione), che sono stati registrati nelle tre dimensioni dello spazio da un sistema non invasivo di analisi del movimento. I relativi parametri cinematici dell’articolazione temporomandibolare sono stati confrontati con quelli ottenuti in un gruppo di soggetti sani di controllo utilizzando gli z-score. La massima apertura della bocca è risultata ridotta in tutti i pazienti, con z-scores compresi tra -2.742 e -0.106, ed è stata effettuata con una minore rotazione mandibolare sul piano sagittale. In tutti i pazienti salvo uno si è rilevata una riduzione del movimento del punto interincisale durante la protrusione. Nei pazienti, i movimenti del punto interincisivo in laterotrusione e i movimenti condilari durante l’apertura della bocca sono risultati molto variabili e talvolta asimmetrici. Anche la rotazione mandibolare è risultata molto variabile, con z-scores compresi tra -1.265 e - 1.388. Insieme all’ampiezza dei movimenti, sono state indagate alcune caratteristiche biomeccaniche dell’articolazione, che possono fornire informazioni relativamente ai capi articolari senza sottomettere i pazienti a procedure pericolose. Le valutazioni possono essere eseguite longitudinalmente durante il follow-up. I dati forniti da questo studio indicano quali aree facciali e quali strutture devono essere attentamente valutate durante la pianificazione preoperatoria, nell’illustrazione dei problemi al paziente e durante la riabilitazione.

Evaluation of three-dimensional mandibular movements after reconstruction with free fibula flap / A. Bolzoni, A. Mapelli, A. Baj, F.V. Sidequersky, A.B. Giannì, C. Sforza. - In: ACTA OTORHINOLARYNGOLOGICA ITALICA. - ISSN 1827-675X. - 35(2015), pp. 371-378. [10.14639/0392-100X-504]

Evaluation of three-dimensional mandibular movements after reconstruction with free fibula flap

A. Bolzoni;A. Mapelli;A. Baj;F.V. Sidequersky;A.B. Giannì;C. Sforza
2015

Abstract

In questo studio sono stati analizzati sette pazienti a cui è stata ricostruita la mandibola utilizzando un lembo libero di fibula. Un paziente è stato operato medialmente e gli altri sul lato destro o sinistro. I pazienti sono stati riabilitati con protesi su impianti, ed hanno eseguito una serie di movimenti limite mandibolari (massima apertura e chiusura della bocca, laterotrusioni destra e sinistra, protrusione), che sono stati registrati nelle tre dimensioni dello spazio da un sistema non invasivo di analisi del movimento. I relativi parametri cinematici dell’articolazione temporomandibolare sono stati confrontati con quelli ottenuti in un gruppo di soggetti sani di controllo utilizzando gli z-score. La massima apertura della bocca è risultata ridotta in tutti i pazienti, con z-scores compresi tra -2.742 e -0.106, ed è stata effettuata con una minore rotazione mandibolare sul piano sagittale. In tutti i pazienti salvo uno si è rilevata una riduzione del movimento del punto interincisale durante la protrusione. Nei pazienti, i movimenti del punto interincisivo in laterotrusione e i movimenti condilari durante l’apertura della bocca sono risultati molto variabili e talvolta asimmetrici. Anche la rotazione mandibolare è risultata molto variabile, con z-scores compresi tra -1.265 e - 1.388. Insieme all’ampiezza dei movimenti, sono state indagate alcune caratteristiche biomeccaniche dell’articolazione, che possono fornire informazioni relativamente ai capi articolari senza sottomettere i pazienti a procedure pericolose. Le valutazioni possono essere eseguite longitudinalmente durante il follow-up. I dati forniti da questo studio indicano quali aree facciali e quali strutture devono essere attentamente valutate durante la pianificazione preoperatoria, nell’illustrazione dei problemi al paziente e durante la riabilitazione.
Seven patients who underwent mandibular reconstruction with a fibula free flap (one on the midline, six on either right or left side) and were rehabilitated with implant supported prostheses, performed free mandibular border movements (maximal mouth opening and closing, right and left lateral excursions, protrusion) that were recorded by a non-invasive motion analyser. Temporomandibular joint (TMJ) kinematic parameters were compared to those calculated in healthy control subjects using z-scores. Maximum mouth opening was reduced in all patients, with z-scores ranging from -2.742 to -0.106, and performed with a reduced sagittal plane mandibular rotation. Interincisal point forward movement during protrusion was reduced in all but one patient. Lateral mandibular movements (displacement of the interincisal point) and bilateral condylar movements during mouth opening were very variable and sometimes asymmetrical. Mandibular rotation was also variable, with z-scores ranging from -1.265 to 1.388. Together with mandibular range of motion, we investigated biomechanical characteristics of TMJ motion that can provide further information about the joint without submitting the patient to harmful procedures, and that can be followed-up during healing. The investigation indicates those areas that need to be given special attention in preoperative planning, patient information and rehabilitation.
Border movements; Fibula free flap; Motion analysis; Temporomandibular joint
Settore BIO/16 - Anatomia Umana
Settore MED/29 - Chirurgia Maxillofacciale
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
mandibola_fibula_01_Bolzoni_371-378.pdf

accesso aperto

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 338.42 kB
Formato Adobe PDF
338.42 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/352031
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? 4
  • Scopus 19
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 10
social impact