L'intervento si propone di fornire un primo contributo in merito all'analisi dei rapporti che Vasco Pratolini stabilì con gli editori milanesi Valentino Bompiani e Arnoldo Mondadori, a partire dal 1938 anno in cui ebbe i primi contatti con il primo dei due, fino al 1960, anno in cui si definì il contratto tra Pratolini e la casa editrice di Arnoldo e Alberto. La scelta di Pratolini in favore di un editore come Mondadori, dopo la lunga e fedele appartenenza al catalogo del fiorentino Vallecchi, può essere letta come la ricerca di una specifica comunità di lettori, che lo scrittore presupponeva per le proprie opere e che era stata solo parzialmente raggiunta attraverso i volumi Vallecchi e che invece non sarebbe stata intercettata con il più sofisticato Bompiani, nonostante le varie insistenze di quest'ultimo. Mondadori dunque come scelta precisa di una possibilità di lettura "popolare", di un proposta di "leggibilità" aperta dei propri romanzi.

I romanzi di Pratolini nell'editoria milanese / V. Brigatti (STUDI - GABINETTO SCIENTIFICO LETTERARIO G. P. VIEUSSEUX). - In: Vasco Pratolini (1913-2013) : atti del Convegno internazionale di studi (Firenze, 17-19 ottobre 2013) / [a cura di] M.C. Papini, G. Manghetti, T. Spignoli. - Firenze : Olschki, 2015 Jan. - ISBN 9788822263414. - pp. 255-268 (( convegno Vasco Pratolini (1913-2013) : convegno internazionale di studi tenutosi a Firenze nel 2013.

I romanzi di Pratolini nell'editoria milanese

V. Brigatti
Primo
2015

Abstract

L'intervento si propone di fornire un primo contributo in merito all'analisi dei rapporti che Vasco Pratolini stabilì con gli editori milanesi Valentino Bompiani e Arnoldo Mondadori, a partire dal 1938 anno in cui ebbe i primi contatti con il primo dei due, fino al 1960, anno in cui si definì il contratto tra Pratolini e la casa editrice di Arnoldo e Alberto. La scelta di Pratolini in favore di un editore come Mondadori, dopo la lunga e fedele appartenenza al catalogo del fiorentino Vallecchi, può essere letta come la ricerca di una specifica comunità di lettori, che lo scrittore presupponeva per le proprie opere e che era stata solo parzialmente raggiunta attraverso i volumi Vallecchi e che invece non sarebbe stata intercettata con il più sofisticato Bompiani, nonostante le varie insistenze di quest'ultimo. Mondadori dunque come scelta precisa di una possibilità di lettura "popolare", di un proposta di "leggibilità" aperta dei propri romanzi.
Pratolini; editoria; Mondadori; Bompiani; Vallecchi; sistema editoriale; lettori
Settore L-FIL-LET/11 - Letteratura Italiana Contemporanea
Università degli studi di Firenze
Gabinetto scientifico letterario G.P Vieusseux
Centro di Servizi d'Ateneo "Archivi della Parola, dell'Immagine e della Comunicazione Editoriale" APICE
Book Part (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
12. Pratolini.pdf

accesso riservato

Descrizione: estratto edito sotto diritti
Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 2.71 MB
Formato Adobe PDF
2.71 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/267282
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact