Il contributo individua la peculiarità dello stile di Franz Kafka nella capacità di rovesciare i concetti acquisiti della ratio greca per rifunzionalizzarli secondo coordinate che, neutralizzando la dialettica e la maieutica, fanno segno al machloqet di Rabbi Nachman e alle pratiche della Chassidut (Von den Gleichnissen). Articolando i concetti di gerut e galut l’ebraismo di Kafka traluce nella tarda produzione, in special modo a partire da Das Schloß. Seguendo il filo del narrare kafkiano, il contributo evidenzia, inoltre, convergenze e contrappunti nella ricerca di Franz Kafka con le interrogazioni di Ludwig Wittgenstein - dal Tractatus alle Logische Untersuchungen ai Diari : entrambi gli autori schiudono a una logica „altra“ che si dà a conoscere nella tensione di una scrittura che muove dall’ortoprassi e all’ortoprassi fa segno. L’autrice tiene conto della tradizione della qabbalah luriana e post-luriana, che Kafka fa convivere con le aporie della „westjüdische Zeit“. La presenza della “Dauerspur” freudiana - come rovescio e prosecuzione della memoria ebraica - è analizzata alla luce di Ein Hungerkünstler e Josefine die Sängerin

L'avventore intempestivo. Alcune riflessioni sull'ultimo Kafka / R. Maletta. - In: STUDIA THEODISCA. - ISSN 1593-2478. - IX:(2002), pp. 109-155.

L'avventore intempestivo. Alcune riflessioni sull'ultimo Kafka

R. Maletta
Primo
2002

Abstract

Il contributo individua la peculiarità dello stile di Franz Kafka nella capacità di rovesciare i concetti acquisiti della ratio greca per rifunzionalizzarli secondo coordinate che, neutralizzando la dialettica e la maieutica, fanno segno al machloqet di Rabbi Nachman e alle pratiche della Chassidut (Von den Gleichnissen). Articolando i concetti di gerut e galut l’ebraismo di Kafka traluce nella tarda produzione, in special modo a partire da Das Schloß. Seguendo il filo del narrare kafkiano, il contributo evidenzia, inoltre, convergenze e contrappunti nella ricerca di Franz Kafka con le interrogazioni di Ludwig Wittgenstein - dal Tractatus alle Logische Untersuchungen ai Diari : entrambi gli autori schiudono a una logica „altra“ che si dà a conoscere nella tensione di una scrittura che muove dall’ortoprassi e all’ortoprassi fa segno. L’autrice tiene conto della tradizione della qabbalah luriana e post-luriana, che Kafka fa convivere con le aporie della „westjüdische Zeit“. La presenza della “Dauerspur” freudiana - come rovescio e prosecuzione della memoria ebraica - è analizzata alla luce di Ein Hungerkünstler e Josefine die Sängerin
Kafka ; Wittgenstein ; ebraismo ; logiche eteroclite ; mashal ; trascendenza ; qabbalah ; ospitalità ; psicoanalisi freudiana
Settore L-LIN/13 - Letteratura Tedesca
Settore M-FIL/03 - Filosofia Morale
Settore M-FIL/04 - Estetica
Settore M-PSI/07 - Psicologia Dinamica
2002
Article (author)
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/209367
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact