Separazione delle carriere e indipendenza della magistratura: riflessioni di diritto comparato