The library has to show its own advantage to be able to go on growing and raising funds to exist, to work and to develop. Therefore the library needs to know in depth the area on which it operates, constantly striving to adapt its services to its features, and becoming a point of reference for the community information and knowledge needs. GIS (Geographic Information System) technology can help the library reach these two objectives, both as analysis and management tool to support the marketing activities, and as enhancement of the traditional Reference Service. A GIS application enables to relate textual and descriptive data to geographic information, to manipulate and analyse these data, to obtain results from this relationship and to display them on the territory through digital maps; these maps are constituted by superimposing information layers, which, through defined graphical symbols, represent on the region events, conditions and objects whose features are expressed by the descriptive data used. So that every layer is superimposing the others, it has to be georeferenced and therefore it has to use the same frame of reference (i.e. coordinates) used for the other layers, it has to represent the same area of Earth's surface and to use the same scale. Many are the application of GIS technology, which for years have been used in the most diverse fields, for instance in the management of technological networks and of vehicle fleets, or in carrying out the e-government policy. The library can take advantage from this technology applying it to two macro areas: in-house projects and public services. In the first case, in the perspective of the strategic planning of services, the library can use GIS to define and plan its own set-up in relation to the territory, by measuring and defining its market area, and in relation to the community by tracing the actual profile of feature and needs for its actual and potential users (market profile). In the second case, the library creates a GIS Reference Service, as an enhancement of the traditional services, to support the activity of community information and to give access to the manifold GIS application available for the users. There are several level of Reference Services, which can be activated depending on the availability of human and financial resources, and depending on the information needs of the community. Many are the software available to create a GIS service, either local or remote; many are traded by companies, while others are freely available through GPL license. In U.S. an online service devoted to libraries, LibraryDecision, is available through subscription; this service supplies data and geographic analysis tools to support marketing activities.

La biblioteca deve dimostrare la propria utilità per poter continuare a crescere e trovare i fondi per esistere, funzionare e svilupparsi. Perciò la biblioteca ha bisogno di conoscere bene il territorio nel quale si trova ad operare, cercando di adeguare continuamente i propri servizi alle sue caratteristiche, e di diventare punto di riferimento per ogni bisogno conoscitivo ed informativo di tutta la popolazione. La tecnologia GIS (Geographic Information System) può essere d’aiuto alla biblioteca nel raggiungimento di questi due obiettivi, sia come strumento di analisi e gestione a supporto delle attività di marketing, sia come ampliamento del tradizionale servizio di reference. Un GIS consente di mettere in relazione dati testuali e descrittivi con informazioni geografiche, di manipolare e analizzare questi dati, di ottenere dei risultati da questa relazione e di visualizzarli sul territorio per mezzo di mappe digitali; queste mappe sono costituite da “strati” informativi sovrapponibili, che, attraverso simboli grafici definiti, rappresentano sul territorio gli eventi, le condizioni o gli oggetti le cui caratteristiche sono espresse dai dati descrittivi utilizzati. Perché ogni strato sia sovrapponibile all’altro, è necessario che sia georeferenziato e quindi assimilato allo stesso sistema di riferimento (i.e. coordinate) usato per gli altri strati, che rappresenti la stessa porzione di superficie terrestre e che usi la stessa scala. Innumerevoli sono le applicazioni della tecnologia GIS che da anni sono utilizzate nei più disparati settori, ad esempio nella gestione delle Reti tecnologiche e delle flotte di mezzi mobili, o in attuazione delle politiche di e-government avviate dalla Pubblica Amministrazione. La biblioteca può trarre vantaggio da questa tecnologia applicandola in due macro aree: gli in-house projects e i public services. Nel primo caso, in un’ottica di pianificazione strategica dei servizi, la biblioteca può utilizzare il GIS per definire e programmare il proprio assetto rispetto al territorio, con la misurazione e definizione dell’area di competenza (market area), e rispetto alla popolazione, disegnando un vero e proprio profilo delle caratteristiche e dei bisogni degli utenti reali e potenziali (market profile). Nel secondo caso la biblioteca creerà un GIS Reference Service, come enhancement dei servizi tradizionali, a supporto di una attività di community information e come accesso alle infinite applicazioni GIS a disposizione dei lettori. Diversi sono i livelli di Reference Service che possono essere attivati sulla base della disponibilità di risorse, umane e finanziarie, e a seconda del bisogno informativo dei lettori. Numerosi sono i software disponibili per realizzare un servizio GIS sia locale che remoto, molti sono commercializzati da aziende, mentre altri sono invece disponibili come freeware o con GPL license. Negli USA è disponibile anche un servizio online dedicato alle biblioteche, LibraryDecision, accessibile previa sottoscrizione, che fornisce dati e strumenti di analisi geografica a supporto delle attività di marketing.

Il GIS (Geographic Information System) in biblioteca. Prima parte / F. Venuda. - In: BOLLETTINO AIB. - ISSN 1121-1490. - 45:3(2005), pp. 327-345.

Il GIS (Geographic Information System) in biblioteca. Prima parte

F. Venuda
Primo
2005

Abstract

La biblioteca deve dimostrare la propria utilità per poter continuare a crescere e trovare i fondi per esistere, funzionare e svilupparsi. Perciò la biblioteca ha bisogno di conoscere bene il territorio nel quale si trova ad operare, cercando di adeguare continuamente i propri servizi alle sue caratteristiche, e di diventare punto di riferimento per ogni bisogno conoscitivo ed informativo di tutta la popolazione. La tecnologia GIS (Geographic Information System) può essere d’aiuto alla biblioteca nel raggiungimento di questi due obiettivi, sia come strumento di analisi e gestione a supporto delle attività di marketing, sia come ampliamento del tradizionale servizio di reference. Un GIS consente di mettere in relazione dati testuali e descrittivi con informazioni geografiche, di manipolare e analizzare questi dati, di ottenere dei risultati da questa relazione e di visualizzarli sul territorio per mezzo di mappe digitali; queste mappe sono costituite da “strati” informativi sovrapponibili, che, attraverso simboli grafici definiti, rappresentano sul territorio gli eventi, le condizioni o gli oggetti le cui caratteristiche sono espresse dai dati descrittivi utilizzati. Perché ogni strato sia sovrapponibile all’altro, è necessario che sia georeferenziato e quindi assimilato allo stesso sistema di riferimento (i.e. coordinate) usato per gli altri strati, che rappresenti la stessa porzione di superficie terrestre e che usi la stessa scala. Innumerevoli sono le applicazioni della tecnologia GIS che da anni sono utilizzate nei più disparati settori, ad esempio nella gestione delle Reti tecnologiche e delle flotte di mezzi mobili, o in attuazione delle politiche di e-government avviate dalla Pubblica Amministrazione. La biblioteca può trarre vantaggio da questa tecnologia applicandola in due macro aree: gli in-house projects e i public services. Nel primo caso, in un’ottica di pianificazione strategica dei servizi, la biblioteca può utilizzare il GIS per definire e programmare il proprio assetto rispetto al territorio, con la misurazione e definizione dell’area di competenza (market area), e rispetto alla popolazione, disegnando un vero e proprio profilo delle caratteristiche e dei bisogni degli utenti reali e potenziali (market profile). Nel secondo caso la biblioteca creerà un GIS Reference Service, come enhancement dei servizi tradizionali, a supporto di una attività di community information e come accesso alle infinite applicazioni GIS a disposizione dei lettori. Diversi sono i livelli di Reference Service che possono essere attivati sulla base della disponibilità di risorse, umane e finanziarie, e a seconda del bisogno informativo dei lettori. Numerosi sono i software disponibili per realizzare un servizio GIS sia locale che remoto, molti sono commercializzati da aziende, mentre altri sono invece disponibili come freeware o con GPL license. Negli USA è disponibile anche un servizio online dedicato alle biblioteche, LibraryDecision, accessibile previa sottoscrizione, che fornisce dati e strumenti di analisi geografica a supporto delle attività di marketing.
The library has to show its own advantage to be able to go on growing and raising funds to exist, to work and to develop. Therefore the library needs to know in depth the area on which it operates, constantly striving to adapt its services to its features, and becoming a point of reference for the community information and knowledge needs. GIS (Geographic Information System) technology can help the library reach these two objectives, both as analysis and management tool to support the marketing activities, and as enhancement of the traditional Reference Service. A GIS application enables to relate textual and descriptive data to geographic information, to manipulate and analyse these data, to obtain results from this relationship and to display them on the territory through digital maps; these maps are constituted by superimposing information layers, which, through defined graphical symbols, represent on the region events, conditions and objects whose features are expressed by the descriptive data used. So that every layer is superimposing the others, it has to be georeferenced and therefore it has to use the same frame of reference (i.e. coordinates) used for the other layers, it has to represent the same area of Earth's surface and to use the same scale. Many are the application of GIS technology, which for years have been used in the most diverse fields, for instance in the management of technological networks and of vehicle fleets, or in carrying out the e-government policy. The library can take advantage from this technology applying it to two macro areas: in-house projects and public services. In the first case, in the perspective of the strategic planning of services, the library can use GIS to define and plan its own set-up in relation to the territory, by measuring and defining its market area, and in relation to the community by tracing the actual profile of feature and needs for its actual and potential users (market profile). In the second case, the library creates a GIS Reference Service, as an enhancement of the traditional services, to support the activity of community information and to give access to the manifold GIS application available for the users. There are several level of Reference Services, which can be activated depending on the availability of human and financial resources, and depending on the information needs of the community. Many are the software available to create a GIS service, either local or remote; many are traded by companies, while others are freely available through GPL license. In U.S. an online service devoted to libraries, LibraryDecision, is available through subscription; this service supplies data and geographic analysis tools to support marketing activities.
Biblioteche ; GIS ; Geographic Information System ; GIS Reference service ; Analisi del territorio ; Decision making systems ; Problem solving systems
Settore M-STO/08 - Archivistica, Bibliografia e Biblioteconomia
http://bollettino.aib.it/article/view/5590/5334
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Venuda_GIS_AIB_vol.45n.3_Sett2005.pdf

accesso aperto

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 454.15 kB
Formato Adobe PDF
454.15 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/9903
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact