In tempi di globalizzazione economica, si assiste a una riaffermazione dei confini nei confronti degli ingressi, non degli stranieri in generale, ma di stranieri indesiderati, in quanto percepiti e classificati come poveri (Ambrosini 2020): il presidio delle frontiere è uno dei simboli residui di una sovranità nazionale sempre più erosa e aggirata (Opeskin 2012). In questo contesto i confini si sono moltiplicati e disseminati, diventando più complessi e sofisticati (Agier 2014). La loro sorveglianza è diventata oggetto di accordi internazionali ad hoc, comportando l’istituzione di nuove agenzie dedicate, il dispiegamento di forze armate, l’adozione di tecnologie sempre più avanzate, e ovviamente costi crescenti pressoché incontrollati. Insieme alle risorse fornite dalle tecnologie di controllo, vari governi non hanno esitato a fare ricorso anche all’antichissima tecnica dei muri, intesi come barriere fisiche di vario genere. I confini nazionali, nelle loro diverse espressioni, hanno riacquistato una centralità che appariva declinante, se non perduta.

Confini, migrazioni, accoglienza: una sfida per le società democratiche / M. Ambrosini - In: Confini, migrazioni e diritti umani / [a cura di] M. Ambrosini, M. D'Amico, E. Perassi. - Milano : Milano University Press, 2022 Nov. - ISBN 979-12-80325-72-3. - pp. 47-70

Confini, migrazioni, accoglienza: una sfida per le società democratiche

M. Ambrosini
Primo
Writing – Original Draft Preparation
2022

Abstract

In tempi di globalizzazione economica, si assiste a una riaffermazione dei confini nei confronti degli ingressi, non degli stranieri in generale, ma di stranieri indesiderati, in quanto percepiti e classificati come poveri (Ambrosini 2020): il presidio delle frontiere è uno dei simboli residui di una sovranità nazionale sempre più erosa e aggirata (Opeskin 2012). In questo contesto i confini si sono moltiplicati e disseminati, diventando più complessi e sofisticati (Agier 2014). La loro sorveglianza è diventata oggetto di accordi internazionali ad hoc, comportando l’istituzione di nuove agenzie dedicate, il dispiegamento di forze armate, l’adozione di tecnologie sempre più avanzate, e ovviamente costi crescenti pressoché incontrollati. Insieme alle risorse fornite dalle tecnologie di controllo, vari governi non hanno esitato a fare ricorso anche all’antichissima tecnica dei muri, intesi come barriere fisiche di vario genere. I confini nazionali, nelle loro diverse espressioni, hanno riacquistato una centralità che appariva declinante, se non perduta.
Immigrazione; asilo; confini; solidarietà; società civile
Settore SPS/07 - Sociologia Generale
Settore SPS/10 - Sociologia dell'Ambiente e del Territorio
Settore SPS/11 - Sociologia dei Fenomeni Politici
https://libri.unimi.it/index.php/milanoup/catalog/view/83/224/819-1
Book Part (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Confini.book.2022.pdf

accesso aperto

Descrizione: Volume pubblicato in OA
Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 5.24 MB
Formato Adobe PDF
5.24 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/950573
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact