Starting from the assumption that disability must be seen as the conflict between the different functional capabilities of any person and the context in which this person lives, with the physical, social and behavioral barriers that we have built in a perspective of use by part of an average user, typical of the social model of disability, the library must adopt solutions and attitudes that allow to avoid, or reduce to a minimum, the risk that these different abilities, deficits and differences present in people turn into disabilities. For this to be possible, the library must adopt diversified strategies to welcome and support these people, in the various moments and contexts of use of the library, embracing a holistic view of these deficits, differences and contexts, a vision which can be summarized in the reference model for an inclusive library that considers, if not all, most of the situations, areas and elements on which it is necessary to act.

Partendo dall’assunto che la disabilità deve essere vista come il conflitto, tra le differenti capacità funzionali di una qualsiasi persona e il contesto nel quale questa persona vive, con le barriere fisiche, sociali e comportamentali che noi abbiamo costruito in una prospettiva di utilizzo da parte di un average user, proprio del modello sociale della disabilità, la biblioteca deve adottare soluzioni ed atteggiamenti che consentano di evitare, o ridurre al minimo, il rischio che tali differenti capacità, deficit e differenze presenti nelle persone, si trasformino in disabilità. Perché questo sia possibile è necessario che la biblioteca adotti strategie diversificate per accogliere e supportare queste persone, nei diversi momenti e contesti di utilizzo della biblioteca, abbracciando una visione olistica di tali deficit, differenze e contesti, visione che può essere riassunta in modello di riferimento per una biblioteca inclusiva che consideri, se non tutti, la maggior parte delle situazioni, degli ambiti e degli elementi sui quali è necessario intervenire.

Riflessioni, strumenti e servizi per una biblioteca inclusiva / F. Venuda - In: Un posto anche per me : Biblioteche e accessibilità / [a cura di] A. Brunelli, G. Di Pasquale. - Prima edizione. - Molfetta : La meridiana, 2022 Nov. - ISBN 978-88-6153-913-6. - pp. 35-57

Riflessioni, strumenti e servizi per una biblioteca inclusiva

F. Venuda
2022

Abstract

Partendo dall’assunto che la disabilità deve essere vista come il conflitto, tra le differenti capacità funzionali di una qualsiasi persona e il contesto nel quale questa persona vive, con le barriere fisiche, sociali e comportamentali che noi abbiamo costruito in una prospettiva di utilizzo da parte di un average user, proprio del modello sociale della disabilità, la biblioteca deve adottare soluzioni ed atteggiamenti che consentano di evitare, o ridurre al minimo, il rischio che tali differenti capacità, deficit e differenze presenti nelle persone, si trasformino in disabilità. Perché questo sia possibile è necessario che la biblioteca adotti strategie diversificate per accogliere e supportare queste persone, nei diversi momenti e contesti di utilizzo della biblioteca, abbracciando una visione olistica di tali deficit, differenze e contesti, visione che può essere riassunta in modello di riferimento per una biblioteca inclusiva che consideri, se non tutti, la maggior parte delle situazioni, degli ambiti e degli elementi sui quali è necessario intervenire.
Starting from the assumption that disability must be seen as the conflict between the different functional capabilities of any person and the context in which this person lives, with the physical, social and behavioral barriers that we have built in a perspective of use by part of an average user, typical of the social model of disability, the library must adopt solutions and attitudes that allow to avoid, or reduce to a minimum, the risk that these different abilities, deficits and differences present in people turn into disabilities. For this to be possible, the library must adopt diversified strategies to welcome and support these people, in the various moments and contexts of use of the library, embracing a holistic view of these deficits, differences and contexts, a vision which can be summarized in the reference model for an inclusive library that considers, if not all, most of the situations, areas and elements on which it is necessary to act.
Biblioteche inclusive; inclusive libraries; disabilità; disabilited people; disability; persone disabilitate; social model of disability; individual model of disability; reference model; modello di riferimento; modello sociale della disabilità; modello individuale della disabilità;
Settore M-STO/08 - Archivistica, Bibliografia e Biblioteconomia
Book Part (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2022_Riflessioni_Biblioinclusiva.pdf

accesso riservato

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 259.88 kB
Formato Adobe PDF
259.88 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Preprint_Riflessioni sulla disabilità per una biblioteca inclusiva Esteso EN.pdf

accesso riservato

Tipologia: Pre-print (manoscritto inviato all'editore)
Dimensione 355.9 kB
Formato Adobe PDF
355.9 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/949711
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact