Fin dai primi anni ’90 il dossier patrimonio immobiliare pubblico è stato trattato come un obiettivo dei documenti di finanza pubblica. Negli anni successivi, oltre all’inefficienza della gestione del patrimonio immobiliare pubblico, all’assenza di una strategia coerente con il ruolo economico dello Stato, è emersa la complessità delle relazioni tra il livello centrale e locale. La gestione degli immobili pubblici è rimasta per molti anni sostanzialmente immobile. Le scelte tardive e limitate a favore dell’alienazione del patrimonio immobiliare pubblico hanno ostacolato la crescita economica, del gettito fiscale derivante dalla tassazione degli immobili e delle loro transazioni. Nel contributo approfondiamo la rilevanza nel patrimonio degli immobili pubblici delle foreste e dei terreni e analizziamo le tre mosse effettuate per la gestione degli immobili pubblici: le norme, il federalismo demaniale, le alienazioni. L’attenzione sarà concentrata su alcune evidenze relative al ruolo dell’Agenzia del demanio e di altre iniziative per l’alienazione degli immobili pubblici. La discussione dei risultati e le conclusioni evidenziano le difficoltà di cambiare lo status quo.

Federalismo demaniale e alienazione degli immobili pubblici : Alcune evidenze / V. Ferri, C. Ferrario - In: Rigenerare le aree militari dismesse : Prospettive, dibattiti e riconversioni in Italia, Spagna e in contesti internazionali / [a cura di] F. Camerin, F. Gastaldi. - Ebook. - Santarcangelo di Romagna : Maggioli Editore, 2021. - ISBN 978-88-916-5082-5. - pp. 424-433

Federalismo demaniale e alienazione degli immobili pubblici : Alcune evidenze

C. Ferrario
2021

Abstract

Fin dai primi anni ’90 il dossier patrimonio immobiliare pubblico è stato trattato come un obiettivo dei documenti di finanza pubblica. Negli anni successivi, oltre all’inefficienza della gestione del patrimonio immobiliare pubblico, all’assenza di una strategia coerente con il ruolo economico dello Stato, è emersa la complessità delle relazioni tra il livello centrale e locale. La gestione degli immobili pubblici è rimasta per molti anni sostanzialmente immobile. Le scelte tardive e limitate a favore dell’alienazione del patrimonio immobiliare pubblico hanno ostacolato la crescita economica, del gettito fiscale derivante dalla tassazione degli immobili e delle loro transazioni. Nel contributo approfondiamo la rilevanza nel patrimonio degli immobili pubblici delle foreste e dei terreni e analizziamo le tre mosse effettuate per la gestione degli immobili pubblici: le norme, il federalismo demaniale, le alienazioni. L’attenzione sarà concentrata su alcune evidenze relative al ruolo dell’Agenzia del demanio e di altre iniziative per l’alienazione degli immobili pubblici. La discussione dei risultati e le conclusioni evidenziano le difficoltà di cambiare lo status quo.
patrimonio immobiliare dello Stato; federalismo demaniale; alienazione di beni immobili
Settore SECS-P/03 - Scienza delle Finanze
Book Part (author)
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/948978
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact