Migrations inside the African continent and between East Africa and Great Britain are at the core of Abdulrazak Gurnah’s fiction. Going beyond the representation of intertwined environments, the British writer born in Zanzibar creates dialogic topographies, also implying intertextual references and metanarrative strategies. The amphibian geographies displayed in Gurnah’s works interact and “dialogue” through the multiple stories told by the characters. In particular, By the Sea (2001) and Gravel Heart (2017) insist on the connections between spaces where past and present meet and show the overcoming of the monologic dimension thanks to storytelling, which has healing power and contributes to shaping dislocated migrant identities.

Le migrazioni sia all’interno del continente africano che tra l’Africa Orientale e la Gran Bretagna sono al centro della produzione narrativa di Abdulrazak Gurnah. Andando oltre la rappresentazione di ambienti interconnessi fra loro, lo scrittore britannico originario di Zanzibar crea topografie dialogiche che implicano anche reti intertestuali e spunti metanarrativi. Le geografie anfibie raffigurate nelle opere di Gurnah interagiscono e “dialogano” attraverso le storie multiple di cui i personaggi dei romanzi si fanno portatori. In particolare, By the Sea (2001) e Gravel Heart (2017) insistono sulla connessione fra spazi, in cui passato e presente si incontrano, e mostrano il superamento della dimensione monologica in nome del racconto, che ha un valore terapeutico e plasma le identità dislocate delle figure migranti.

Topografie dialogiche nella narrativa di Abdulrazak Gurnah / N. Brazzelli. - In: LE SIMPLEGADI. - ISSN 1824-5226. - 20:22(2022 Nov), pp. 93-104. [10.17456/SIMPLE-196]

Topografie dialogiche nella narrativa di Abdulrazak Gurnah

N. Brazzelli
2022

Abstract

Le migrazioni sia all’interno del continente africano che tra l’Africa Orientale e la Gran Bretagna sono al centro della produzione narrativa di Abdulrazak Gurnah. Andando oltre la rappresentazione di ambienti interconnessi fra loro, lo scrittore britannico originario di Zanzibar crea topografie dialogiche che implicano anche reti intertestuali e spunti metanarrativi. Le geografie anfibie raffigurate nelle opere di Gurnah interagiscono e “dialogano” attraverso le storie multiple di cui i personaggi dei romanzi si fanno portatori. In particolare, By the Sea (2001) e Gravel Heart (2017) insistono sulla connessione fra spazi, in cui passato e presente si incontrano, e mostrano il superamento della dimensione monologica in nome del racconto, che ha un valore terapeutico e plasma le identità dislocate delle figure migranti.
Migrations inside the African continent and between East Africa and Great Britain are at the core of Abdulrazak Gurnah’s fiction. Going beyond the representation of intertwined environments, the British writer born in Zanzibar creates dialogic topographies, also implying intertextual references and metanarrative strategies. The amphibian geographies displayed in Gurnah’s works interact and “dialogue” through the multiple stories told by the characters. In particular, By the Sea (2001) and Gravel Heart (2017) insist on the connections between spaces where past and present meet and show the overcoming of the monologic dimension thanks to storytelling, which has healing power and contributes to shaping dislocated migrant identities.
Abdulrazak Gurnah; By the Sea; Gravel Hearts; storytelling; topography;
Settore L-LIN/10 - Letteratura Inglese
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Topografie dialogiche Simplegadi.pdf

accesso aperto

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 186.25 kB
Formato Adobe PDF
186.25 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/947408
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact