The Athenian nautodikai are mostly mentioned in fragmentary sources (a hint in IG I3 41; evidence of their activity in a couple of verses from the old comedy and in a fragment from the Macedonian Craterus) and in lexicographers. The earliest records date from the 440s BCE, and they initially seem to have jurisdiction over cases related to ascertaining citizenship (graphai xenias), at least until the last decades of the V century BCE. By the early years of the IV century BCE the nautodikai change function: they are mentioned in the Lysian oration On the property of Eraton as judges engaged in cases concerning emporoi. This function is also confirmed by lexicographers. By reviewing all the evidence related to this officials, the article aims at showing how a constant feature of the nautodikai is that of urgency and simultaneously of default in the conduct of cases. Their limited functionality as a panel of judges would explain the abolition of their office at the latest around the middle of the IV century BCE, when the need to ensure a rapid solving of the cases was especially felt, particularly in the regulation of commercial disputes.

La magistratura ateniese dei nautodikai è menzionata in fonti frammentarie (un accenno in IG I3 41, testimonianze della loro attività in un paio di versi delle commedia antica e in un frammento di Cratero il Macedone) e nei lessici. Le prime attestazioni risalgono agli anni Quaranta del V sec. a.C. ed essi sembrano inizialmente coinvolti in cause legate all’accertamento della cittadinanza (graphai xenias), almeno fino agli ultimi decenni del V sec. a.C. Con i primi anni del IV sec. a.C. i nautodikai mutano funzione, e sono citati nell’orazione lisiana Sulla proprietà di Eratone come giudici impegnati in cause riguardanti degli emporoi. Tale funzione è inoltre confermata dalle fonti lessicografiche. Ripercorrendo tutte le testimonianze relative a questa magistratura, nell’articolo si intende mostrare come una caratteristica costante nell’operato dei nautodikai sia quella dell’urgenza e contemporanemente dell’inadempienza nello svolgimento delle cause. La loro limitata funzionalità come collegio giudicante spiegherebbe la dismissione del loro ufficio al più tardi intorno alla metà del IV sec. a.C., quando più sentita era l’esigenza di garantire una rapida risoluzione delle controversie, soprattutto in ambito commerciale.

I nautodikai : Note su una magistratura ateniese tra cause di xenia e giurisdizione sugli emporoi / D. Erdas. - In: DIKE. - ISSN 1128-8221. - 24:(2022), pp. 33-62. [10.54103/1128-8221/18603]

I nautodikai : Note su una magistratura ateniese tra cause di xenia e giurisdizione sugli emporoi

D. Erdas
2022

Abstract

La magistratura ateniese dei nautodikai è menzionata in fonti frammentarie (un accenno in IG I3 41, testimonianze della loro attività in un paio di versi delle commedia antica e in un frammento di Cratero il Macedone) e nei lessici. Le prime attestazioni risalgono agli anni Quaranta del V sec. a.C. ed essi sembrano inizialmente coinvolti in cause legate all’accertamento della cittadinanza (graphai xenias), almeno fino agli ultimi decenni del V sec. a.C. Con i primi anni del IV sec. a.C. i nautodikai mutano funzione, e sono citati nell’orazione lisiana Sulla proprietà di Eratone come giudici impegnati in cause riguardanti degli emporoi. Tale funzione è inoltre confermata dalle fonti lessicografiche. Ripercorrendo tutte le testimonianze relative a questa magistratura, nell’articolo si intende mostrare come una caratteristica costante nell’operato dei nautodikai sia quella dell’urgenza e contemporanemente dell’inadempienza nello svolgimento delle cause. La loro limitata funzionalità come collegio giudicante spiegherebbe la dismissione del loro ufficio al più tardi intorno alla metà del IV sec. a.C., quando più sentita era l’esigenza di garantire una rapida risoluzione delle controversie, soprattutto in ambito commerciale.
The Athenian nautodikai are mostly mentioned in fragmentary sources (a hint in IG I3 41; evidence of their activity in a couple of verses from the old comedy and in a fragment from the Macedonian Craterus) and in lexicographers. The earliest records date from the 440s BCE, and they initially seem to have jurisdiction over cases related to ascertaining citizenship (graphai xenias), at least until the last decades of the V century BCE. By the early years of the IV century BCE the nautodikai change function: they are mentioned in the Lysian oration On the property of Eraton as judges engaged in cases concerning emporoi. This function is also confirmed by lexicographers. By reviewing all the evidence related to this officials, the article aims at showing how a constant feature of the nautodikai is that of urgency and simultaneously of default in the conduct of cases. Their limited functionality as a panel of judges would explain the abolition of their office at the latest around the middle of the IV century BCE, when the need to ensure a rapid solving of the cases was especially felt, particularly in the regulation of commercial disputes.
Settore L-ANT/02 - Storia Greca
https://riviste.unimi.it/index.php/Dike/article/view/18603
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Erdas_Nautodikai.pdf

accesso aperto

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 535.96 kB
Formato Adobe PDF
535.96 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/936432
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact