The gray wolf (Canis lupus) expanded its distribution in Europe over the last few decades. To better understand the extent to which wolves could re-occupy their historical range, nowadays including anthropized landscapes, it is important to test if and how anthropization can affect fitness-related traits in this species. We modeled how anthropization was associated with the body condition of 175 wolves that were found dead in Italy between 1999 and 2021. After having accounted for ecologically-relevant confounders, we assessed how anthropization influenced i) the growth of wolves in their first year of age (n = 53), ii) sexual dimorphism between male and female adult wolves (n = 121). Wolves in anthropized areas grow up more slowly during their first year of age. This because young wolves have slightly higher body weight at 3-5 months, possibly due to the availability of human-derived food sources, but not a higher weight later. The difference in the body weight of adult females and males slightly increases with anthropization. However, this because of an increase in the body mass of males only, possibly due to sex-specific differences in dispersal and/or to “dispersal phenotypes”. Anthropization in Italy does not seem to have any clear, nor large, effect on the body mass of young and adult wolves. To the best of our knowledge, this is the first time that a similar effect is reported for a large carnivore. Our findings indicates that wolves could potentially re-occupy most of their historical range in Europe, as anthropized landscapes do not seem to constrain their body mass, an important trait related to their fitness. Wolf management could therefore be needed across vast spatial scales and in anthropized areas prone to social conflicts.

Il lupo (Canis lupus) è una specie che, nel corso degli ultimi decenni, ha aumentato la propria diffusione in Europa. Per capire meglio se e quanto essa potrebbe occupare nuovamente il proprio areale di distribuzione storico, che oggi include anche paesaggi antropizzati, è importante quantificare se, e quanto, il grado di antropizzazione dell'ambiente ne condizioni alcuni tratti biologici associati alla fitness. In questo studio è stata modellata l’associazione tra l’antropizzazione e la condizione corporea di 175 lupi che sono stati rivenuti morti in Italia, tra il 1999 ed il 2021. In particolare, dopo avere condizionato le analisi ad un set di fattori confondenti potenzialmente rilevanti dal punto di vista ecologico, è stata quantificata l’influenza del grado di antropizzazione dell’ambiente: i) sulla crescita degl individui di lupo durante il primo anno di vita (n = 53), ii) sul dimorfismo sessuale tra maschi e femmine adulti (n = 121). I lupi provenienti da ambienti maggiormente antropizzati sembrano avere un accrescimento più lento durante il primo anno di vita. Questo perché essi hanno un peso corporeo leggermente più alto a 3-5 mesi di età, forse per via della maggiore disponibilità di risorse trofiche di origine umana, ma non un maggiore peso corporeo nei mesi successivi. La differenza nel peso corporeo delle femmine e dei maschi adulti sembra incrementare leggermente con il grado di antropizzazione dell’ambiente. Tuttavia, questo aumento è legato soltanto ad un aumento nel peso corporeo dei maschi, forse a causa di differenze tra maschi e femmine nei processi di dispersione e/o alla presenza di “fenotipi da dispersione”. In Italia,il grado di antropizzazione dell’ambiente non sembra quindi avere nessun effetto chiaro, o importante, sul peso corporeo dei lupi. Né su quello dei giovani, durante primo anno di età, né su quello degli adulti. Per quanto ne sappiamo, questo è il primo studio che rileva l’assenza di un effetto del grado di antropizzazione dell'ambiente su di un grande carnivoro. Implicazioni pratiche. I risultati di questo studio indicano che il lupo potrebbe potenzialmente ri-occupare la maggior parte del proprio areale di distribuzione storico in Europa. Questo in virtù del fatto che il grado di antropizzazione dell’ambiente non sembra condizionarne il peso corporeo, un importante parametro biologico fortemente associato alla fitness. In questo caso, eventuali strategie di gestione della specie andrebbero quindi implementate su grosse scale spaziali, anche in aree antropizzate, dove il rischio di conflitti sociali sul tema è maggiore.

A human-neutral large carnivore? No patterns in the body mass of graywolves (Canis lupus) across a gradient of anthropization / J. Cerri, C. Musto, F.M. Stefanini, U. di Nicola, N. Riganelli, M.C. Fontana, A. Rossi, C. Garbarino, G. Merialdi, F. Ciuti, D. Berzi, M. Delogu, M. Apollonio. - (2022 Mar 22). [10.32942/osf.io/bhnqs]

A human-neutral large carnivore? No patterns in the body mass of graywolves (Canis lupus) across a gradient of anthropization

F.M. Stefanini;
2022-03-22

Abstract

Il lupo (Canis lupus) è una specie che, nel corso degli ultimi decenni, ha aumentato la propria diffusione in Europa. Per capire meglio se e quanto essa potrebbe occupare nuovamente il proprio areale di distribuzione storico, che oggi include anche paesaggi antropizzati, è importante quantificare se, e quanto, il grado di antropizzazione dell'ambiente ne condizioni alcuni tratti biologici associati alla fitness. In questo studio è stata modellata l’associazione tra l’antropizzazione e la condizione corporea di 175 lupi che sono stati rivenuti morti in Italia, tra il 1999 ed il 2021. In particolare, dopo avere condizionato le analisi ad un set di fattori confondenti potenzialmente rilevanti dal punto di vista ecologico, è stata quantificata l’influenza del grado di antropizzazione dell’ambiente: i) sulla crescita degl individui di lupo durante il primo anno di vita (n = 53), ii) sul dimorfismo sessuale tra maschi e femmine adulti (n = 121). I lupi provenienti da ambienti maggiormente antropizzati sembrano avere un accrescimento più lento durante il primo anno di vita. Questo perché essi hanno un peso corporeo leggermente più alto a 3-5 mesi di età, forse per via della maggiore disponibilità di risorse trofiche di origine umana, ma non un maggiore peso corporeo nei mesi successivi. La differenza nel peso corporeo delle femmine e dei maschi adulti sembra incrementare leggermente con il grado di antropizzazione dell’ambiente. Tuttavia, questo aumento è legato soltanto ad un aumento nel peso corporeo dei maschi, forse a causa di differenze tra maschi e femmine nei processi di dispersione e/o alla presenza di “fenotipi da dispersione”. In Italia,il grado di antropizzazione dell’ambiente non sembra quindi avere nessun effetto chiaro, o importante, sul peso corporeo dei lupi. Né su quello dei giovani, durante primo anno di età, né su quello degli adulti. Per quanto ne sappiamo, questo è il primo studio che rileva l’assenza di un effetto del grado di antropizzazione dell'ambiente su di un grande carnivoro. Implicazioni pratiche. I risultati di questo studio indicano che il lupo potrebbe potenzialmente ri-occupare la maggior parte del proprio areale di distribuzione storico in Europa. Questo in virtù del fatto che il grado di antropizzazione dell’ambiente non sembra condizionarne il peso corporeo, un importante parametro biologico fortemente associato alla fitness. In questo caso, eventuali strategie di gestione della specie andrebbero quindi implementate su grosse scale spaziali, anche in aree antropizzate, dove il rischio di conflitti sociali sul tema è maggiore.
Settore SECS-S/01 - Statistica
https://ecoevorxiv.org/bhnqs/
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Preprint_WolfBodyCondition_04Apr2022.pdf

accesso aperto

Tipologia: Pre-print (manoscritto inviato all'editore)
Dimensione 2.6 MB
Formato Adobe PDF
2.6 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/932587
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact