The essay examines the vaccination policies (pre and during the pandemic) concerning the specific cohort of children. The starting point is of course the legitimacy of both the relevant policies (mandatory and voluntary). The analysis is conducted by implementing the comparative method and considering a wide range of countries. The comparative survey of vaccination policies shows that the distance between mandatory and recommended vaccination policies is becoming thinner. Indeed, compulsory vaccination policies are becoming weak (because of the personal exemptions or mild pecuniary sanctions), while, on the contrary, recommended vaccination policies are turning into “imperative” due to judiciary decisions or governmental actions that implemented a health pass, requiring everyone aged 12 and older to present proof of vaccination or a negative test for SARS-CoV-2 to access a wide array of public spaces and services.

Il saggio esamina le politiche vaccinali (pre e post pandemia) avendo riguardo alla specifica coorte dei minorenni. Partendo da alcune considerazioni di carattere generale, volte a mostrare la piena legittimità delle diverse scelte politiche, si offrirà un resoconto il più possibile ampio sulle scelte politiche attuate all’interno dei singoli ordinamenti. Dall’indagine di tipo comparatistico effettuata emerge un dato interessante: la nota polarizzazione tra politiche vaccinali basate sull’obbligo e quelle basate sulla raccomandazione è più apparente che reale. Infatti, le politiche impositive stanno diventando tendenzialmente più deboli (a causa per esempio del sempre maggior utilizzo degli strumenti che consentano di obiettare alla somministrazione del vaccino o attraverso un apparato sanzionatorio fievole), mentre le politiche basate sul consenso, si trasformano in senso impositivo (o attraverso interventi del giudice oppure attraverso l’introduzione di strumenti – come i pass vaccinali – che escludono dall’accesso a numerosi servizi).

I vaccini resi obbligatori: per legge, di fatto o dal giudice? Spunti di riflessione in chiave comparata sulle vaccinazioni in età pediatrica / A. Osti. - In: FEDERALISMI.IT. - ISSN 1826-3534. - (2022 Jun 01), pp. 1-28.

I vaccini resi obbligatori: per legge, di fatto o dal giudice? Spunti di riflessione in chiave comparata sulle vaccinazioni in età pediatrica

A. Osti
2022

Abstract

Il saggio esamina le politiche vaccinali (pre e post pandemia) avendo riguardo alla specifica coorte dei minorenni. Partendo da alcune considerazioni di carattere generale, volte a mostrare la piena legittimità delle diverse scelte politiche, si offrirà un resoconto il più possibile ampio sulle scelte politiche attuate all’interno dei singoli ordinamenti. Dall’indagine di tipo comparatistico effettuata emerge un dato interessante: la nota polarizzazione tra politiche vaccinali basate sull’obbligo e quelle basate sulla raccomandazione è più apparente che reale. Infatti, le politiche impositive stanno diventando tendenzialmente più deboli (a causa per esempio del sempre maggior utilizzo degli strumenti che consentano di obiettare alla somministrazione del vaccino o attraverso un apparato sanzionatorio fievole), mentre le politiche basate sul consenso, si trasformano in senso impositivo (o attraverso interventi del giudice oppure attraverso l’introduzione di strumenti – come i pass vaccinali – che escludono dall’accesso a numerosi servizi).
The essay examines the vaccination policies (pre and during the pandemic) concerning the specific cohort of children. The starting point is of course the legitimacy of both the relevant policies (mandatory and voluntary). The analysis is conducted by implementing the comparative method and considering a wide range of countries. The comparative survey of vaccination policies shows that the distance between mandatory and recommended vaccination policies is becoming thinner. Indeed, compulsory vaccination policies are becoming weak (because of the personal exemptions or mild pecuniary sanctions), while, on the contrary, recommended vaccination policies are turning into “imperative” due to judiciary decisions or governmental actions that implemented a health pass, requiring everyone aged 12 and older to present proof of vaccination or a negative test for SARS-CoV-2 to access a wide array of public spaces and services.
accinations; policies; mandate; best interest; children
Settore IUS/21 - Diritto Pubblico Comparato
Settore IUS/08 - Diritto Costituzionale
https://www.federalismi.it/nv14/articolo-documento.cfm?Artid=47289
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
OSTI_VACCINI_FEDERALISMI.pdf

accesso aperto

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 869.01 kB
Formato Adobe PDF
869.01 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/930024
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact