The introduction presents the theoretical framework in which the articles selected for this special issue unfold. Substantial or lived citizenship has emerged in the social sciences as a counterpoint to formal or legal citizenship. As such, it becomes the object of multiple practices and claims promoted by marginal individuals and groups, especially immigrants, including those in an irregular condition who are denied formal legal citizenship. It also becomes an expression of sense of belonging and active life of those who constantly risk being perceived as victims and essentially passive subjects of hostile structural and political constrains. Hence, the political mobilizations of immigrants and refugees are analyzed as acts of citizenship from below. Furthermore, as a phenomenon less investigated by this literature, we introduce here volunteering by people of immigrant origin as another form of citizenship from below and as a request, implicit or explicit, for full social recognition by the receiving societies.

Questa introduzione presenta la cornice teorica in cui si situano gli articoli di seguito selezionati per la pubblicazione. La cittadinanza sostanziale o vissuta è emersa nelle scienze sociali in contrappunto rispetto alla cittadinanza formale o legale. Così concepita, diventa l’oggetto di molteplici pratiche e rivendicazioni sviluppate da soggetti e gruppi marginali, segnatamente dagli immigrati, e anche dagli immigrati in condizione irregolare. Diventa altresì un’espressione di iniziativa da parte di soggetti che rischiano costantemente di essere visti come vittime e soggetti sostanzialmente passivi di condizionamenti strutturali e politiche ostili. Le mobilitazioni politiche di immigrati e rifugiati in diversi paesi sono quindi analizzate come istanze di cittadinanza dal basso. Ma anche un fenomeno meno trattato da questo filone di studi, il volontariato delle persone di origine immigrata, viene qui introdotto come forma di cittadinanza dal basso e come richiesta, implicita o esplicita, di pieno riconoscimento sociale da parte delle società riceventi.

Introduzione : Quando la cittadinanza sale dal basso / M. Ambrosini, S. Baglioni. - In: MONDI MIGRANTI. - ISSN 1972-4888. - 16:1(2022), pp. 9-24. [10.3280/MM2022-001001]

Introduzione : Quando la cittadinanza sale dal basso

M. Ambrosini
Primo
Writing – Original Draft Preparation
;
2022

Abstract

Questa introduzione presenta la cornice teorica in cui si situano gli articoli di seguito selezionati per la pubblicazione. La cittadinanza sostanziale o vissuta è emersa nelle scienze sociali in contrappunto rispetto alla cittadinanza formale o legale. Così concepita, diventa l’oggetto di molteplici pratiche e rivendicazioni sviluppate da soggetti e gruppi marginali, segnatamente dagli immigrati, e anche dagli immigrati in condizione irregolare. Diventa altresì un’espressione di iniziativa da parte di soggetti che rischiano costantemente di essere visti come vittime e soggetti sostanzialmente passivi di condizionamenti strutturali e politiche ostili. Le mobilitazioni politiche di immigrati e rifugiati in diversi paesi sono quindi analizzate come istanze di cittadinanza dal basso. Ma anche un fenomeno meno trattato da questo filone di studi, il volontariato delle persone di origine immigrata, viene qui introdotto come forma di cittadinanza dal basso e come richiesta, implicita o esplicita, di pieno riconoscimento sociale da parte delle società riceventi.
The introduction presents the theoretical framework in which the articles selected for this special issue unfold. Substantial or lived citizenship has emerged in the social sciences as a counterpoint to formal or legal citizenship. As such, it becomes the object of multiple practices and claims promoted by marginal individuals and groups, especially immigrants, including those in an irregular condition who are denied formal legal citizenship. It also becomes an expression of sense of belonging and active life of those who constantly risk being perceived as victims and essentially passive subjects of hostile structural and political constrains. Hence, the political mobilizations of immigrants and refugees are analyzed as acts of citizenship from below. Furthermore, as a phenomenon less investigated by this literature, we introduce here volunteering by people of immigrant origin as another form of citizenship from below and as a request, implicit or explicit, for full social recognition by the receiving societies.
legal citizenship; citizenship from below; immigration; recognition; mobilisations; volunteering
Settore SPS/07 - Sociologia Generale
Settore SPS/10 - Sociologia dell'Ambiente e del Territorio
Settore SPS/11 - Sociologia dei Fenomeni Politici
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
MM.Citt.dal basso.bz.pdf

accesso riservato

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 2.57 MB
Formato Adobe PDF
2.57 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/929313
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact