This article analyses the nature and the function of the concept of “most representative trade union” within the Jobs Act. The analysis shows that the concept could be used as a deterrent against managerial behaviours aimed at downsizing wages and working conditions through the application of collective agreements signed by non-representative trade unions and employers’ organisations. Accordingly, legal devolutions of power towards collective bargaining have been introduced in order to allow collective agreements signed by the most representative trade unions and employers’ organisations to enable the flexible implementation of labour legislation (e.g. non-standard employment contracts), thus making the non-representative collective agreements less attractive for employers.

L’articolo ricostruisce la natura e la funzione della nozione di “sindacato comparativamente più rappresentativo” impiegata nel Jobs Act. L’analisi mostra come la formula si presti ad essere interpretata ed utilizzata in funzione di deterrenza rispetto a comportamenti di datori di lavoro orientati a favori- re fenomeni di dumping contrattuale applicando contratti collettivi sottoscritti da organizzazioni non rappresentative. Il contrasto a questi fenomeni elusivi della concorrenza è perseguito mediante la tecnica del rinvio, in forza della quale il legislatore riconosce la possibilità di flessibilizzare le tipologie contrattuali ai soli contratti col- lettivi sottoscritti da sindacati comparativamente più rappresentativi.

La nozione di sindacato comparativamente più rappresentativo nel d.lgs. 81/2015 / P. Tomassetti. - In: DIRITTO DELLE RELAZIONI INDUSTRIALI. - ISSN 1121-8762. - 26:2(2016), pp. 367-392.

La nozione di sindacato comparativamente più rappresentativo nel d.lgs. 81/2015

P. Tomassetti
2016

Abstract

L’articolo ricostruisce la natura e la funzione della nozione di “sindacato comparativamente più rappresentativo” impiegata nel Jobs Act. L’analisi mostra come la formula si presti ad essere interpretata ed utilizzata in funzione di deterrenza rispetto a comportamenti di datori di lavoro orientati a favori- re fenomeni di dumping contrattuale applicando contratti collettivi sottoscritti da organizzazioni non rappresentative. Il contrasto a questi fenomeni elusivi della concorrenza è perseguito mediante la tecnica del rinvio, in forza della quale il legislatore riconosce la possibilità di flessibilizzare le tipologie contrattuali ai soli contratti col- lettivi sottoscritti da sindacati comparativamente più rappresentativi.
This article analyses the nature and the function of the concept of “most representative trade union” within the Jobs Act. The analysis shows that the concept could be used as a deterrent against managerial behaviours aimed at downsizing wages and working conditions through the application of collective agreements signed by non-representative trade unions and employers’ organisations. Accordingly, legal devolutions of power towards collective bargaining have been introduced in order to allow collective agreements signed by the most representative trade unions and employers’ organisations to enable the flexible implementation of labour legislation (e.g. non-standard employment contracts), thus making the non-representative collective agreements less attractive for employers.
Contrattazione collettiva; sindacato; lavoro; Collective bargaining; trade unions; labour
Settore IUS/07 - Diritto del Lavoro
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
dri_2_2016_tomassetti.pdf

accesso riservato

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 605.9 kB
Formato Adobe PDF
605.9 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/896664
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact