«Cui prodest?» : In margine all'edizione critica della Fille du régiment