The aim of this paper is to propose a legal-philosophical argument regarding the interpretation of an important legislative definition of consumer in the Italian legal system. After a description of the main interpretations of this definition, it will be claimed that the interpretation to be preferred is the one that guarantees a stronger connection between the meaning ascribed to the legislative definition and the main meaning that the defined term has in ordinary language. The reason for this preference is to be found in the preservation of the connection between legal language and ordinary language, which is necessary for a legal system to work well.

Lo scopo di questo scritto è proporre un argomento filosofico-giuridico relativo all’interpretazione di un’importante definizione legislativa di consumatore nell’ordinamento giuridico italiano. Dopo una descrizione delle principali interpretazioni di questa definizione, si sosterrà che l’interpretazione da preferire è quella che garantisce una più forte connessione tra il significato ascritto alla definizione legislativa e il significato principale che il termine definito ha nel linguaggio ordinario. La ragione di questa preferenza è da trovarsi nella preservazione della connessione fra linguaggio giuridico e linguaggio ordinario, che è necessaria perché un ordinamento giuridico funzioni bene.

La nozione legislativa di consumatore : un contributo di filosofia del diritto / A. Zambon. - In: ANALISI E DIRITTO. - ISSN 1126-5779. - 2020:2(2020), pp. 111-123.

La nozione legislativa di consumatore : un contributo di filosofia del diritto

A. Zambon
2020

Abstract

Lo scopo di questo scritto è proporre un argomento filosofico-giuridico relativo all’interpretazione di un’importante definizione legislativa di consumatore nell’ordinamento giuridico italiano. Dopo una descrizione delle principali interpretazioni di questa definizione, si sosterrà che l’interpretazione da preferire è quella che garantisce una più forte connessione tra il significato ascritto alla definizione legislativa e il significato principale che il termine definito ha nel linguaggio ordinario. La ragione di questa preferenza è da trovarsi nella preservazione della connessione fra linguaggio giuridico e linguaggio ordinario, che è necessaria perché un ordinamento giuridico funzioni bene.
The aim of this paper is to propose a legal-philosophical argument regarding the interpretation of an important legislative definition of consumer in the Italian legal system. After a description of the main interpretations of this definition, it will be claimed that the interpretation to be preferred is the one that guarantees a stronger connection between the meaning ascribed to the legislative definition and the main meaning that the defined term has in ordinary language. The reason for this preference is to be found in the preservation of the connection between legal language and ordinary language, which is necessary for a legal system to work well.
consumatore; diritto dei consumatori; definizioni; linguaggio giuridico; linguaggio ordinario; consumer; consumer law; definitions; legal language; ordinary language
Settore IUS/20 - Filosofia del Diritto
Article (author)
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/885768
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact