Nell’inverno del 1189 un contadino dello Holstein, terra di frontiera solo da qualche decennio colonizzata e cristianizzata dall’Impero tedesco, cade malato e ha una visione dell’aldilà. Al risveglio racconta la sua esperienza al suo canonico, che decide di metterla per iscritto. Nasce così uno dei testi più originali e interessanti nella letteratura dei viaggi ultraterreni, nel quale i motivi tradizionali del genere convivono con un’importante presenza di motivi del folklore germanico. Il percorso di Godescalco nell’altro mondo è anche l’occasione per raccontare le storie di personaggi del luogo, che scontano nel fuoco i loro delitti: il ladro di reliquie, in combutta con i banditi slavi che infestano la regione, e il bambino assassino di un coetaneo, giustiziato con il raccapricciante supplizio della ruota. Immaginario dell’aldilà e vita quotidiana del Medioevo più profondo si mescolano in un testo affascinante, che per la prima volta viene qui proposto al pubblico italiano, con un rinnovato testo critico latino e con traduzione e commento.

Visio Godeschalci : Il mondo e l’altro mondo di un contadino tedesco del XII secoloEdizione critica a cura di] R. Guglielmetti, G. Puleio. - [s.l] : SISMEL - Ed. del Galluzzo, 2021. - ISBN 978-88-9290-126-1. (PER VERBA. TESTI MEDIOLATINI CON TRADUZIONI)

Visio Godeschalci : Il mondo e l’altro mondo di un contadino tedesco del XII secolo

R. Guglielmetti;
2021

Abstract

Nell’inverno del 1189 un contadino dello Holstein, terra di frontiera solo da qualche decennio colonizzata e cristianizzata dall’Impero tedesco, cade malato e ha una visione dell’aldilà. Al risveglio racconta la sua esperienza al suo canonico, che decide di metterla per iscritto. Nasce così uno dei testi più originali e interessanti nella letteratura dei viaggi ultraterreni, nel quale i motivi tradizionali del genere convivono con un’importante presenza di motivi del folklore germanico. Il percorso di Godescalco nell’altro mondo è anche l’occasione per raccontare le storie di personaggi del luogo, che scontano nel fuoco i loro delitti: il ladro di reliquie, in combutta con i banditi slavi che infestano la regione, e il bambino assassino di un coetaneo, giustiziato con il raccapricciante supplizio della ruota. Immaginario dell’aldilà e vita quotidiana del Medioevo più profondo si mescolano in un testo affascinante, che per la prima volta viene qui proposto al pubblico italiano, con un rinnovato testo critico latino e con traduzione e commento.
Visio Godeschalci
Visioni dell'aldilà
Settore L-FIL-LET/08 - Letteratura Latina Medievale e Umanistica
Settore M-STO/01 - Storia Medievale
Book (critical editor)
Visio Godeschalci : Il mondo e l’altro mondo di un contadino tedesco del XII secoloEdizione critica a cura di] R. Guglielmetti, G. Puleio. - [s.l] : SISMEL - Ed. del Galluzzo, 2021. - ISBN 978-88-9290-126-1. (PER VERBA. TESTI MEDIOLATINI CON TRADUZIONI)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Visio Godeschalci.pdf

embargo fino al 30/05/2022

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 2.35 MB
Formato Adobe PDF
2.35 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/884464
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact