L’apparente paradosso della valutazione dei due governi durante la pandemia