L'interpretazione del contratto tra criterio letterale, buona fede e causa in concreto