Resective and reconstructive maxillofacial cancer surgery has, today, achieved high levels and is able, more and more often, to restore aesthetics and facial function to patients. In the patient treated for oral cancer, the dentist plays a fundamental role as he faces increasingly complex therapies. The outcomes of the surgical procedures, sometimes combined with loco- regional radiotherapy, which is related to long-term oral side effects, can cause significant alterations in the psychological and emotional identity of the patient, because they can alter the aesthetics and expression of the face as well as physiology and function of the oral apparatus and of the face, distorting phonetics, mimicry, chewing and swallowing. These patients require the utmost attention from the dentist not only to prevent the most common dental diseases (caries and periodontal disease), which can affect the remaining dental elements, but also to ensure adequate prosthetic rehabilitation. The purpose of this Module is to provide the dentist the appropriate tools for the correct management of the head and neck cancer patient. In detail, the most common long-term local sequelae of head and neck radiotherapy will be dealt with and clinical indications relating to their prevention will be provided. We will also proceed to the description of the various alternatives for rehabilitation. MATERIALS AND METHODS The most recent scientific literature was analysed, consulting PubMed database, to provide useful information to the dentist in terms of: management of long-term oral side effects of radiotherapy (hyposalivation, trismus, osteoradionecrosis and radio-induced dental caries); management of patients surgically treated for oral cancer and who need prosthetic rehabilitation. RESULTS The patient treated surgically for oral cancer, who also received head and neck radiotherapy, shows, in the majority of cases, severe hyposalivation, which ranks him at very high risk of caries and recurrent candidiasis. Local prophylaxis using fluoride, together with the management of hyposalivation, plays a fundamental role in caries prevention, to reduce the likelihood of extractions, which, in these patients, are relatively contraindicated due to the risk of osteoradionecrosis. Regarding dental rehabilitation, the anatomical conditions of patients treated surgically (with or without radiotherapy) for oral cancer are inevitably modified and require a great ability from the dentist to customize the prosthetic solutions, which, at times, can result in real functional and/or aesthetic compromises. The limitations may be clinical (often these patients, especially if they received radiotherapy, cannot undergo implantology); spatial for scar adhesions or surgical reconstructions; physiological for changes in the ecosystem of the oral cavity, resulting from oncological therapies. The removable prosthesis, both traditional and combined with implant support or retention (where possible), offers an intrinsic spatial ductility, adaptability and functional versatility. CONCLUSIONS The dental team should be aware of the complications related to the cancer therapies, in particular head and neck radiotherapy, and be ready for their correct management. Prosthetic rehabilitation is a complex procedure from the beginning, where the therapeutic alliance and close follow-up play a key role. CLINICAL SIGNIFICANCE Head and neck cancer treatments could lead to major life changes for patients. The dental team must be aware of all the side effects that the therapies can cause, in order to be able to adequately treat the patient in case he/she experiences side-effects, to guarantee a correct follow- up, and, where necessary, to be able to identify the best prosthetic rehabilitation solutions.

OBIETTIVI La chirurgia maxillo-facciale oncologica resettiva e ricostruttiva ha oggi raggiunto livelli altissimi ed è in grado, sempre più spesso, di restituire ai pazienti estetica e funzione del viso. Nel paziente trattato per cancro orale, l’odontoiatra ricopre un ruolo fondamentale trovandosi ad affrontare terapie molto complesse. L’esito delle procedure chirurgiche e la contestualità, talvolta, della radioterapia loco-regionale, con annessi effetti collaterali orali a lungo termine, possono determinare rilevanti alterazioni dell’identità psicologica ed emotiva del paziente, perché possono sconvolgerne estetica ed espressione del volto, così come fisiologia e funzione dell’apparato stomatognatico e del viso, stravolgendo fonetica, mimica, masticazione e deglutizione. Questi pazienti richiedono massima attenzione da parte dell’odontoiatra non solo per prevenire le più comuni patologie dentali a carico degli elementi rimasti in arcata, ma anche per garantire l’adeguata riabilitazione protesica. Lo scopo del presente Modulo è fornire all’odontoiatra gli strumenti adeguati alla corretta gestione del paziente oncologico testa-collo. Nel dettaglio, si tratteranno le più comuni conseguenze locali a lungo termine della radioterapia al distretto testa-collo e verranno fornite indicazioni cliniche relative alla loro prevenzione. Si procederà, altresì, alla descrizione delle diverse alternative riabilitative. MATERIALI E METODI È stata analizzata la più recente letteratura scientifica, consultando il database PubMed, per fornire indicazioni utili all’odontoiatra in termini di: gestione degli effetti collaterali a lungo termine, a livello orale, della radioterapia (iposalivazione, trisma, osteoradionecrosi e carie dentale radio-indotta); gestione del paziente trattato chirurgicamente per tumore orale e che necessita di riabilitazione protesica. RISULTATI Il paziente trattato chirurgicamente per tumore orale e radiotrattato presenta, nella maggioranza dei casi, iposalivazione severa, che lo pone a rischio elevatissimo di carie e di candidosi ricorrenti. La fluoroprofilassi locale, insieme alla gestione dell’iposalivazione, ricopre un ruolo di fondamentale importanza in termini cario-preventivi, per allontanare la probabilità di estrazioni che, in questi pazienti, sono relativamente controindicate a causa del rischio di osteoradionecrosi. In termini riabilitativi, le condizioni anatomiche dei pazienti trattati chirurgicamente e/o radiotrattati per neoplasie orali risultano inevitabilmente alterate e richiedono, da parte dell’odontoiatra, grande capacità di personalizzazione delle soluzioni protesiche, le quali, a volte, possono esitare in veri e propri compromessi funzionali e/o estetici. Le limitazioni possono essere di ordine clinico (spesso questi pazienti, in particolare se radiotrattati, non possono trovare supporto nell’implantologia); spaziali per le aderenze cicatriziali o le ricostruzioni chirurgiche; fisiologiche per il cambiamento dell’ecosistema del cavo orale conseguente le terapie oncologiche. La protesi rimovibile, sia tradizionale che combinata al supporto o alla ritenzione implantare (ove possibile), offre un’intrinseca duttilità spaziale, adattabilità e polivalenza funzionale. CONCLUSIONI Il team odontoiatrico deve saper conoscere le complicanze legate alle terapie oncologiche, in particolare correlate alla radioterapia della testa e del collo, ed essere pronto per la loro corretta gestione. La riabilitazione protesica si configura come procedura complessa fin dal principio, dove l’alleanza terapeutica e lo stretto follow-up rivestono un ruolo chiave. SIGNIFICATO CLINICO Il trattamento di tumori del distretto testa-collo può comportare importanti cambiamenti nella vita dei pazienti. Il team odontoiatrico deve essere a conoscenza di tutti gli effetti collaterali che le terapie possono comportare al fine di poter trattare consapevolmente il paziente nelle fasi di maggior disagio, garantire un corretto follow-up e, ove necessario, essere in grado di identificare le migliori soluzioni riabilitative protesiche.

Gestione odontoiatrica del paziente trattato per cancro orale: prevenzione e riabilitazione = Dental management of the patient treated for oral cancer: Prevention and rehabilitation / S. Pischetola, A. Nicali, C. Barbieri, L. Cinquanta, R. Venini, R. Bazzacchi, E.M. Varoni. - In: DENTAL CADMOS. - ISSN 0011-8524. - 89:5(2021), pp. 2-22. [10.19256/d.cadmos.05.2021.12]

Gestione odontoiatrica del paziente trattato per cancro orale: prevenzione e riabilitazione = Dental management of the patient treated for oral cancer: Prevention and rehabilitation

A. Nicali;R. Bazzacchi;E.M. Varoni
2021

Abstract

OBIETTIVI La chirurgia maxillo-facciale oncologica resettiva e ricostruttiva ha oggi raggiunto livelli altissimi ed è in grado, sempre più spesso, di restituire ai pazienti estetica e funzione del viso. Nel paziente trattato per cancro orale, l’odontoiatra ricopre un ruolo fondamentale trovandosi ad affrontare terapie molto complesse. L’esito delle procedure chirurgiche e la contestualità, talvolta, della radioterapia loco-regionale, con annessi effetti collaterali orali a lungo termine, possono determinare rilevanti alterazioni dell’identità psicologica ed emotiva del paziente, perché possono sconvolgerne estetica ed espressione del volto, così come fisiologia e funzione dell’apparato stomatognatico e del viso, stravolgendo fonetica, mimica, masticazione e deglutizione. Questi pazienti richiedono massima attenzione da parte dell’odontoiatra non solo per prevenire le più comuni patologie dentali a carico degli elementi rimasti in arcata, ma anche per garantire l’adeguata riabilitazione protesica. Lo scopo del presente Modulo è fornire all’odontoiatra gli strumenti adeguati alla corretta gestione del paziente oncologico testa-collo. Nel dettaglio, si tratteranno le più comuni conseguenze locali a lungo termine della radioterapia al distretto testa-collo e verranno fornite indicazioni cliniche relative alla loro prevenzione. Si procederà, altresì, alla descrizione delle diverse alternative riabilitative. MATERIALI E METODI È stata analizzata la più recente letteratura scientifica, consultando il database PubMed, per fornire indicazioni utili all’odontoiatra in termini di: gestione degli effetti collaterali a lungo termine, a livello orale, della radioterapia (iposalivazione, trisma, osteoradionecrosi e carie dentale radio-indotta); gestione del paziente trattato chirurgicamente per tumore orale e che necessita di riabilitazione protesica. RISULTATI Il paziente trattato chirurgicamente per tumore orale e radiotrattato presenta, nella maggioranza dei casi, iposalivazione severa, che lo pone a rischio elevatissimo di carie e di candidosi ricorrenti. La fluoroprofilassi locale, insieme alla gestione dell’iposalivazione, ricopre un ruolo di fondamentale importanza in termini cario-preventivi, per allontanare la probabilità di estrazioni che, in questi pazienti, sono relativamente controindicate a causa del rischio di osteoradionecrosi. In termini riabilitativi, le condizioni anatomiche dei pazienti trattati chirurgicamente e/o radiotrattati per neoplasie orali risultano inevitabilmente alterate e richiedono, da parte dell’odontoiatra, grande capacità di personalizzazione delle soluzioni protesiche, le quali, a volte, possono esitare in veri e propri compromessi funzionali e/o estetici. Le limitazioni possono essere di ordine clinico (spesso questi pazienti, in particolare se radiotrattati, non possono trovare supporto nell’implantologia); spaziali per le aderenze cicatriziali o le ricostruzioni chirurgiche; fisiologiche per il cambiamento dell’ecosistema del cavo orale conseguente le terapie oncologiche. La protesi rimovibile, sia tradizionale che combinata al supporto o alla ritenzione implantare (ove possibile), offre un’intrinseca duttilità spaziale, adattabilità e polivalenza funzionale. CONCLUSIONI Il team odontoiatrico deve saper conoscere le complicanze legate alle terapie oncologiche, in particolare correlate alla radioterapia della testa e del collo, ed essere pronto per la loro corretta gestione. La riabilitazione protesica si configura come procedura complessa fin dal principio, dove l’alleanza terapeutica e lo stretto follow-up rivestono un ruolo chiave. SIGNIFICATO CLINICO Il trattamento di tumori del distretto testa-collo può comportare importanti cambiamenti nella vita dei pazienti. Il team odontoiatrico deve essere a conoscenza di tutti gli effetti collaterali che le terapie possono comportare al fine di poter trattare consapevolmente il paziente nelle fasi di maggior disagio, garantire un corretto follow-up e, ove necessario, essere in grado di identificare le migliori soluzioni riabilitative protesiche.
Resective and reconstructive maxillofacial cancer surgery has, today, achieved high levels and is able, more and more often, to restore aesthetics and facial function to patients. In the patient treated for oral cancer, the dentist plays a fundamental role as he faces increasingly complex therapies. The outcomes of the surgical procedures, sometimes combined with loco- regional radiotherapy, which is related to long-term oral side effects, can cause significant alterations in the psychological and emotional identity of the patient, because they can alter the aesthetics and expression of the face as well as physiology and function of the oral apparatus and of the face, distorting phonetics, mimicry, chewing and swallowing. These patients require the utmost attention from the dentist not only to prevent the most common dental diseases (caries and periodontal disease), which can affect the remaining dental elements, but also to ensure adequate prosthetic rehabilitation. The purpose of this Module is to provide the dentist the appropriate tools for the correct management of the head and neck cancer patient. In detail, the most common long-term local sequelae of head and neck radiotherapy will be dealt with and clinical indications relating to their prevention will be provided. We will also proceed to the description of the various alternatives for rehabilitation. MATERIALS AND METHODS The most recent scientific literature was analysed, consulting PubMed database, to provide useful information to the dentist in terms of: management of long-term oral side effects of radiotherapy (hyposalivation, trismus, osteoradionecrosis and radio-induced dental caries); management of patients surgically treated for oral cancer and who need prosthetic rehabilitation. RESULTS The patient treated surgically for oral cancer, who also received head and neck radiotherapy, shows, in the majority of cases, severe hyposalivation, which ranks him at very high risk of caries and recurrent candidiasis. Local prophylaxis using fluoride, together with the management of hyposalivation, plays a fundamental role in caries prevention, to reduce the likelihood of extractions, which, in these patients, are relatively contraindicated due to the risk of osteoradionecrosis. Regarding dental rehabilitation, the anatomical conditions of patients treated surgically (with or without radiotherapy) for oral cancer are inevitably modified and require a great ability from the dentist to customize the prosthetic solutions, which, at times, can result in real functional and/or aesthetic compromises. The limitations may be clinical (often these patients, especially if they received radiotherapy, cannot undergo implantology); spatial for scar adhesions or surgical reconstructions; physiological for changes in the ecosystem of the oral cavity, resulting from oncological therapies. The removable prosthesis, both traditional and combined with implant support or retention (where possible), offers an intrinsic spatial ductility, adaptability and functional versatility. CONCLUSIONS The dental team should be aware of the complications related to the cancer therapies, in particular head and neck radiotherapy, and be ready for their correct management. Prosthetic rehabilitation is a complex procedure from the beginning, where the therapeutic alliance and close follow-up play a key role. CLINICAL SIGNIFICANCE Head and neck cancer treatments could lead to major life changes for patients. The dental team must be aware of all the side effects that the therapies can cause, in order to be able to adequately treat the patient in case he/she experiences side-effects, to guarantee a correct follow- up, and, where necessary, to be able to identify the best prosthetic rehabilitation solutions.
Radiation-induced caries; Prosthetic rehabilitation; Removable dental prosthesis; Implantology; Cancer follow-up
Settore MED/28 - Malattie Odontostomatologiche
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Varoni 2021 DC Dossier pz onco.pdf

accesso riservato

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 1.68 MB
Formato Adobe PDF
1.68 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/869221
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact