L’invecchiamento è un processo dinamico fra soggetto e ambiente, i quali interagiscono e si influenzano reciprocamente sin dalla nascita. La sola età cronologica è un indice di valutazione estremamente semplice e riduttivo in quanto non consente di determinare il grado di invecchiamento di una persona. Il termine “anziano” è invece un concetto relativo che varia a seconda della cultura, del ruolo e dell’organizzazione sociale, della condizione lavorativa, sanitaria, alimentare; attualmente la vita si è allungata e la qualità della stessa nella quasi totalità dei casi è più che soddisfacente. La sordità che molto spesso si riscontra nelle persone che hanno superato i 60-65 anni è denominata presbiacusia. L’invecchiamento è la seconda causa di sordità, dopo quella dovuta all’esposizione ad energia sonora di elevata intensità e protratta nel tempo durante lo svolgimento dell’attività lavorativa. La perdita uditiva nell’anziano si caratterizza per un deficit di tipo neurosensoriale, bilaterale e simmetrico che interessa inizialmente le frequenze acute e successivamente quelle medie, salvaguardando generalmente quelle gravi. Questo deficit uditivo, porta non tanto ad un deterioramento quantitativo della soglia ma ad una ben più grave perdita qualitativa, caratterizzata da difficoltà nella comprensione, localizzazione del suono e discriminazione delle parole, in particolare se l’ambiente circostante è rumoroso. Dal punto di vista funzionale è stato affermato da numerosi Autori che i pazienti affetti da sordità mostrano una diminuzione delle prestazioni cognitive e un rischio di sviluppare demenza e disturbi neurovegetativi. L’applicazione degli apparecchi acustici deve essere effettuata non appena compaiono le prime difficoltà nella comprensione del messaggio sonoro, in particolare la ridotta percezione delle parole, per evitare fenomeni involutivi a carico del sistema nervoso.

Sentire bene per invecchiare meglio / U. Ambrosetti - In: Il silenzio è d'oro? Un viaggio tra i silenzi e il mondo dei suoni / [a cura di] U. Ambrosetti, E. Carravieri. - Prima edizione. - Milano : Clorofilla Editoria Scientifica, 2021. - ISBN 9788894587326. - pp. 323-334

Sentire bene per invecchiare meglio

U. Ambrosetti
2021

Abstract

L’invecchiamento è un processo dinamico fra soggetto e ambiente, i quali interagiscono e si influenzano reciprocamente sin dalla nascita. La sola età cronologica è un indice di valutazione estremamente semplice e riduttivo in quanto non consente di determinare il grado di invecchiamento di una persona. Il termine “anziano” è invece un concetto relativo che varia a seconda della cultura, del ruolo e dell’organizzazione sociale, della condizione lavorativa, sanitaria, alimentare; attualmente la vita si è allungata e la qualità della stessa nella quasi totalità dei casi è più che soddisfacente. La sordità che molto spesso si riscontra nelle persone che hanno superato i 60-65 anni è denominata presbiacusia. L’invecchiamento è la seconda causa di sordità, dopo quella dovuta all’esposizione ad energia sonora di elevata intensità e protratta nel tempo durante lo svolgimento dell’attività lavorativa. La perdita uditiva nell’anziano si caratterizza per un deficit di tipo neurosensoriale, bilaterale e simmetrico che interessa inizialmente le frequenze acute e successivamente quelle medie, salvaguardando generalmente quelle gravi. Questo deficit uditivo, porta non tanto ad un deterioramento quantitativo della soglia ma ad una ben più grave perdita qualitativa, caratterizzata da difficoltà nella comprensione, localizzazione del suono e discriminazione delle parole, in particolare se l’ambiente circostante è rumoroso. Dal punto di vista funzionale è stato affermato da numerosi Autori che i pazienti affetti da sordità mostrano una diminuzione delle prestazioni cognitive e un rischio di sviluppare demenza e disturbi neurovegetativi. L’applicazione degli apparecchi acustici deve essere effettuata non appena compaiono le prime difficoltà nella comprensione del messaggio sonoro, in particolare la ridotta percezione delle parole, per evitare fenomeni involutivi a carico del sistema nervoso.
Percezione uditiva; invecchiamento; presbiacusia; apparecchio acustico
Settore MED/32 - Audiologia
Book Part (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Cap.21.pdf

accesso riservato

Tipologia: Post-print, accepted manuscript ecc. (versione accettata dall'editore)
Dimensione 203.05 kB
Formato Adobe PDF
203.05 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/869144
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact