La lingua parlata è la modalità di comunicazione che ha permesso lo sviluppo di straordinarie capacità del genere umano. La sua strutturazione avviene per imitazione ascoltando chi parla al bambino e quindi è indispensabile che il sistema uditivo sia perfettamente efficiente. Nel passato sono stati ideati codici gestuali per permettere ai sordi, che vivevano in una condizione di grave emarginazione sociale, di comunicare. Le prime notizie dell’utilizzo del gesto come facilitatore della comunicazione per i sordi risalgono al 500’ in Spagna per opera di monaci che ebbero questa intuizione perché in alcuni monasteri ove era obbligatorio il silenzio i monaci per comunicare tra loro senza parlare spontaneamente iniziarono ad utilizzare una simbologia gestuale. Proprio da questa esperienza nacque l’idea di insegnare ai sordi la modalità comunicativa gestuale che permise la possibilità di comunicare con la società degli udenti. L’abate de l’Epée, a Parigi osservando la gestualità spontanea dei sordi che accudiva creò il linguaggio gestuale permettendo per la prima volta nella storia un’iniziale integrazione dei sordi nella società. Questo linguaggio è stato ampiamente e positivamente utilizzato fino a quando la diagnosi precoce la tecnologia protesica e attualmente l’impianto cocleare hanno permesso ai sordi di sentire e imparare il linguaggio verbale. Attualmente la LIS è utilizzata da una minoranza di sordi di età prevalentemente matura, tuttavia non va combattuto ne considerato come la lingua di tutti i sordi.

Linguaggio verbale e lingua dei segni / U. Ambrosetti - In: Il silenzio è d'oro? Un viaggio tra i silenzi e il mondo dei suoni / [a cura di] U. Ambrosetti, E. Carravieri. - Prima edizione. - Milano : Clorofilla Editoria Scientifica, 2021. - ISBN 9788894587326. - pp. 231-239

Linguaggio verbale e lingua dei segni

U. Ambrosetti
2021

Abstract

La lingua parlata è la modalità di comunicazione che ha permesso lo sviluppo di straordinarie capacità del genere umano. La sua strutturazione avviene per imitazione ascoltando chi parla al bambino e quindi è indispensabile che il sistema uditivo sia perfettamente efficiente. Nel passato sono stati ideati codici gestuali per permettere ai sordi, che vivevano in una condizione di grave emarginazione sociale, di comunicare. Le prime notizie dell’utilizzo del gesto come facilitatore della comunicazione per i sordi risalgono al 500’ in Spagna per opera di monaci che ebbero questa intuizione perché in alcuni monasteri ove era obbligatorio il silenzio i monaci per comunicare tra loro senza parlare spontaneamente iniziarono ad utilizzare una simbologia gestuale. Proprio da questa esperienza nacque l’idea di insegnare ai sordi la modalità comunicativa gestuale che permise la possibilità di comunicare con la società degli udenti. L’abate de l’Epée, a Parigi osservando la gestualità spontanea dei sordi che accudiva creò il linguaggio gestuale permettendo per la prima volta nella storia un’iniziale integrazione dei sordi nella società. Questo linguaggio è stato ampiamente e positivamente utilizzato fino a quando la diagnosi precoce la tecnologia protesica e attualmente l’impianto cocleare hanno permesso ai sordi di sentire e imparare il linguaggio verbale. Attualmente la LIS è utilizzata da una minoranza di sordi di età prevalentemente matura, tuttavia non va combattuto ne considerato come la lingua di tutti i sordi.
lInguaggio orale; sordità; sordomutismo; linguaggio dei segni
Settore MED/32 - Audiologia
Book Part (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Cap.14.pdf

accesso riservato

Tipologia: Post-print, accepted manuscript ecc. (versione accettata dall'editore)
Dimensione 185.25 kB
Formato Adobe PDF
185.25 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/869118
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact