The chapter reports updated figures on the current diffusion of the universal newborn hearing screening (UNHS) program in Italy. The most widespread test used is the recording of the Otoacoustic Emissions (OAE), whose technical pitfalls and efficiency are briefly presented. In the neonatal units and Births centers where a Neurophysiopathology Service is in place, also the automated Auditory Brainstem Responses (aABR) are implemented, in order to reduce the already minimal false negative rates. The need for an audiological follow-up, with the prominent role of the family Pediatrician, and the opportunity of a second screening in the pre-school age are highlighted with the purpose of intercepting also the late-onset and progressive hearing losses. Two subheadings deal with the current diagnostic methods for childhood deafness and with basic knowledge on hearing aid technology for the Pediatrician. This chapter summarizes some general information about the CI technology and presents the current audiological indications in the Well-Baby and in those with malformations, syndromes and associated disabilities. Besides a brief overview of the surgical procedure, the pivotal role of speech therapy habilitation is underlined, and a few aspects relevant to the family Pediatrician are presented. Each subheading stresses the current strengths and limitations, pointing out the future perspectives.

Sezione 1 - Screening uditivo alla nascita Il capitolo riporta i dati aggiornati della diffusione dello screening uditivo neonatale sul territorio Nazionale. La metodica più utilizzata in tutti i punti nascita è la rilevazione delle Otoemissioni Acustiche (OAE), di cui sono brevemente descritti gli aspetti tecnici e l’efficienza diagnostica. Nelle terapie intensive neonatali e negli ospedali dove sono disponibili servizi di neurofisiopatologia, viene implementata anche la registrazione di potenziali evocati uditivi automatici (aABR), che riduce il già modesto tasso di falsi. La necessità di un follow-up audiologico e il ruolo primario del pediatra di libera scelta sono discussi in parallelo con l’opportunità di eseguire un secondo screening audiologico in età pre-scolare o scolare, per intercettare anche la quota di ipoacusie gravi progressive o acquisite tardivamente. Due sottosezioni riportano poi lo stato dell’arte della diagnostica audiologica infantile per fasce d’età e informazioni basiche sulla protesizzazione acustica di utilità per il pediatra. Sezione 2 – L’impianto cocleare In questo capitolo sono sintetizzate, nelle varie sottosezioni, alcune informazioni generali sulla della tecnologia degli IC e sono discusse le attuali indicazioni audiologiche sia nel nel Well-Baby che nei bimbi con malformazioni, sindromi o disabilità associate. Oltre a brevi accenni sulla procedura chirurgica, il ruolo fondamentale dell’abilitazione logopedica e alcuni aspetti pratici per il pediatra completano la panoramica. In ciascuna sottosezione sono stati affrontati gli attuali punti di forza, le criticità esistenti e le prospettive future.

Screening uditivo neonatale e impianti cocleari / M. Aldè, C. Albanese, U. Ambrosetti, C. Amadeo, S. Cavicchiolo, F. Di Berardino, E. Filipponi, A.M. Gasbarre, E. Iacona, C. Lazzarini, G. Lilli, L. Magnoni, M. Ravera, M. Socci, L. Todini, D. Zanetti. - In: PROSPETTIVE IN PEDIATRIA. - ISSN 0301-3642. - 51:201(2021), pp. 68-86.

Screening uditivo neonatale e impianti cocleari

M. Aldè
Primo
;
U. Ambrosetti;F. Di Berardino;E. Iacona;M. Socci;
2021

Abstract

Sezione 1 - Screening uditivo alla nascita Il capitolo riporta i dati aggiornati della diffusione dello screening uditivo neonatale sul territorio Nazionale. La metodica più utilizzata in tutti i punti nascita è la rilevazione delle Otoemissioni Acustiche (OAE), di cui sono brevemente descritti gli aspetti tecnici e l’efficienza diagnostica. Nelle terapie intensive neonatali e negli ospedali dove sono disponibili servizi di neurofisiopatologia, viene implementata anche la registrazione di potenziali evocati uditivi automatici (aABR), che riduce il già modesto tasso di falsi. La necessità di un follow-up audiologico e il ruolo primario del pediatra di libera scelta sono discussi in parallelo con l’opportunità di eseguire un secondo screening audiologico in età pre-scolare o scolare, per intercettare anche la quota di ipoacusie gravi progressive o acquisite tardivamente. Due sottosezioni riportano poi lo stato dell’arte della diagnostica audiologica infantile per fasce d’età e informazioni basiche sulla protesizzazione acustica di utilità per il pediatra. Sezione 2 – L’impianto cocleare In questo capitolo sono sintetizzate, nelle varie sottosezioni, alcune informazioni generali sulla della tecnologia degli IC e sono discusse le attuali indicazioni audiologiche sia nel nel Well-Baby che nei bimbi con malformazioni, sindromi o disabilità associate. Oltre a brevi accenni sulla procedura chirurgica, il ruolo fondamentale dell’abilitazione logopedica e alcuni aspetti pratici per il pediatra completano la panoramica. In ciascuna sottosezione sono stati affrontati gli attuali punti di forza, le criticità esistenti e le prospettive future.
The chapter reports updated figures on the current diffusion of the universal newborn hearing screening (UNHS) program in Italy. The most widespread test used is the recording of the Otoacoustic Emissions (OAE), whose technical pitfalls and efficiency are briefly presented. In the neonatal units and Births centers where a Neurophysiopathology Service is in place, also the automated Auditory Brainstem Responses (aABR) are implemented, in order to reduce the already minimal false negative rates. The need for an audiological follow-up, with the prominent role of the family Pediatrician, and the opportunity of a second screening in the pre-school age are highlighted with the purpose of intercepting also the late-onset and progressive hearing losses. Two subheadings deal with the current diagnostic methods for childhood deafness and with basic knowledge on hearing aid technology for the Pediatrician. This chapter summarizes some general information about the CI technology and presents the current audiological indications in the Well-Baby and in those with malformations, syndromes and associated disabilities. Besides a brief overview of the surgical procedure, the pivotal role of speech therapy habilitation is underlined, and a few aspects relevant to the family Pediatrician are presented. Each subheading stresses the current strengths and limitations, pointing out the future perspectives.
Newborn hearing; Screening; Child deafness; Audiological follow-up; Child audiometry; Hearing aid; Cochlear implant; Rehabilitation; Speech therap
Settore MED/32 - Audiologia
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Screening uditivo e IC Prospettive in pediatria stampato.pdf

accesso aperto

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 1.83 MB
Formato Adobe PDF
1.83 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/868878
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact