Un comunista critico nella guerra fredda. Il “caso Terracini”: una ricerca da continuare