Barbara Köhler : Heisenberg e lo spazio della poesia