Soglie di voci attorno all’increabile. Il lavoro del Negativo nella scrittura di Franz Kafka e Samuel Beckett