L’A. affronta il delicato tema della certificazione delle competenze, quale nuova “Istituzione” del mercato del lavoro e strumento di raccordo tra i mercati interni e i mercati esterni del lavoro. Trattasi di un sistema che intende dare realmente valore alla persona del lavoratore, rendendo tracciabili e dimostrabili le conoscenze maturate nei diversi ambiti di apprendimento. L’assenza di un efficace dialogo tra il legislatore e i protagonisti del sistema di relazioni industriali purtroppo ne sta rallentando notevolmente l’operatività. La certificazione delle competenze potrebbe realmente costituire un quadro regolatorio innovativo del mercato del lavoro perché ufficializza la valorizzazione degli apprendimenti e delle relative competenze che caratterizzano la persona del lavoratore quale forma di supporto alla ricerca di un lavoro (occupabilità). Diviene necessario, anche in un’ottica europeista, progettare un’operatività tra le competenze certificabili e la contrattazione collettiva al fine di creare delle declaratorie metodologiche, utili a riconoscere la professionalità del lavoratore quale moneta di scambio nel contratto individuale di lavoro.

Occupabilità e produttività del lavoro : il nodo della certificazione delle competenze / G.R. Simoncini. - In: DIRITTO DELLE RELAZIONI INDUSTRIALI. - ISSN 1121-8762. - 27:3(2017), pp. 687-709.

Occupabilità e produttività del lavoro : il nodo della certificazione delle competenze

G.R. Simoncini
2017

Abstract

L’A. affronta il delicato tema della certificazione delle competenze, quale nuova “Istituzione” del mercato del lavoro e strumento di raccordo tra i mercati interni e i mercati esterni del lavoro. Trattasi di un sistema che intende dare realmente valore alla persona del lavoratore, rendendo tracciabili e dimostrabili le conoscenze maturate nei diversi ambiti di apprendimento. L’assenza di un efficace dialogo tra il legislatore e i protagonisti del sistema di relazioni industriali purtroppo ne sta rallentando notevolmente l’operatività. La certificazione delle competenze potrebbe realmente costituire un quadro regolatorio innovativo del mercato del lavoro perché ufficializza la valorizzazione degli apprendimenti e delle relative competenze che caratterizzano la persona del lavoratore quale forma di supporto alla ricerca di un lavoro (occupabilità). Diviene necessario, anche in un’ottica europeista, progettare un’operatività tra le competenze certificabili e la contrattazione collettiva al fine di creare delle declaratorie metodologiche, utili a riconoscere la professionalità del lavoratore quale moneta di scambio nel contratto individuale di lavoro.
Settore IUS/07 - Diritto del Lavoro
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
dri 3 2017.pdf

accesso riservato

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 4.94 MB
Formato Adobe PDF
4.94 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/855681
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact