The topicality of Prof. Grandi’s thought can be felt intensely in the essay entitled “In defense of trade union representation” of 2004, where the problem highlighted in the current working context of the 4.0 company and digital work and the related debate on possible trade union representation of these relationships, which are not subordinates. The affirmation on the market, in fact, of new jobs and professionalism, made possible by technological evolution and the massive digitization of global production processes, requires a radical rethinking of the trade union, of the selection of subjects entitled to exercise collective bargaining and identification of the interests of the subjects represented. The objective of this study will, therefore, be on the one hand to try to analyze the theme of representation and representativeness in the light of current changes in the work, trying to outline possible solutions, and on the other hand to highlight the elements of possible continuity and / or discontinuity with the thought formulated on trade union representation and representation by Prof. Grandi in traditional employment relationships

L’attualità del pensiero del Prof. Grandi si respira intensamente nel saggio dal titolo “In difesa della rappresentanza sindacale” del 2004, ove si cali la problematica evidenziata nell’attuale contesto lavorativo dell’impresa 4.0 e del lavoro digitale e del relativo dibattito sulla possibile rappresentanza sindacale di tali rapporti, che subordinati non sono. L’affermarsi sul mercato, infatti, di nuovi lavori e professionalità, reso possibile dall’evoluzione tecnologica e dalla massiccia digitalizzazione dei processi produttivi globali, impone un radicale ripensamento del sindacato, della selezione dei soggetti legittimati all’esercizio della contrattazione collettiva e dell’individuazione degli interessi dei soggetti rappresentati. Obiettivo del presente studio sarà, allora, da un lato tentare di analizzare il tema della rappresentanza e della rappresentatività alla luce degli attuali mutamenti del lavoro, cercando di delineare delle possibili soluzioni, e dall’altro porre in luce gli elementi di eventuale continuità e/o discontinuità con il pensiero formulato sulla rappresentanza e rappresentatività sindacale dal Prof. Grandi nei tradizionali rapporti di lavoro dipendente.

In difesa della rappresentanza sindacale…del lavoro che cambia = In defense of union representation … of changing work / C. Timellini. - In: VARIAZIONI SU TEMI DI DIRITTO DEL LAVORO. - ISSN 2499-4650. - numero straordinario(2021), pp. 1367-1379. ((Intervento presentato al convegno Labour law and forms of manifestation of religous convinctions tenutosi a Parma nel 2020.

In difesa della rappresentanza sindacale…del lavoro che cambia = In defense of union representation … of changing work

C. Timellini
Primo
2021

Abstract

L’attualità del pensiero del Prof. Grandi si respira intensamente nel saggio dal titolo “In difesa della rappresentanza sindacale” del 2004, ove si cali la problematica evidenziata nell’attuale contesto lavorativo dell’impresa 4.0 e del lavoro digitale e del relativo dibattito sulla possibile rappresentanza sindacale di tali rapporti, che subordinati non sono. L’affermarsi sul mercato, infatti, di nuovi lavori e professionalità, reso possibile dall’evoluzione tecnologica e dalla massiccia digitalizzazione dei processi produttivi globali, impone un radicale ripensamento del sindacato, della selezione dei soggetti legittimati all’esercizio della contrattazione collettiva e dell’individuazione degli interessi dei soggetti rappresentati. Obiettivo del presente studio sarà, allora, da un lato tentare di analizzare il tema della rappresentanza e della rappresentatività alla luce degli attuali mutamenti del lavoro, cercando di delineare delle possibili soluzioni, e dall’altro porre in luce gli elementi di eventuale continuità e/o discontinuità con il pensiero formulato sulla rappresentanza e rappresentatività sindacale dal Prof. Grandi nei tradizionali rapporti di lavoro dipendente.
The topicality of Prof. Grandi’s thought can be felt intensely in the essay entitled “In defense of trade union representation” of 2004, where the problem highlighted in the current working context of the 4.0 company and digital work and the related debate on possible trade union representation of these relationships, which are not subordinates. The affirmation on the market, in fact, of new jobs and professionalism, made possible by technological evolution and the massive digitization of global production processes, requires a radical rethinking of the trade union, of the selection of subjects entitled to exercise collective bargaining and identification of the interests of the subjects represented. The objective of this study will, therefore, be on the one hand to try to analyze the theme of representation and representativeness in the light of current changes in the work, trying to outline possible solutions, and on the other hand to highlight the elements of possible continuity and / or discontinuity with the thought formulated on trade union representation and representation by Prof. Grandi in traditional employment relationships
representation; representativeness; digital work; trade union; collective bargaining
Settore IUS/07 - Diritto del Lavoro
http://www.dirittolavorovariazioni.com/Article/Archive/index_html?ida=313&idn=26&idi=-1&idu=-1
Article (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
12 Timellini [1367-1380].pdf

accesso aperto

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 190.9 kB
Formato Adobe PDF
190.9 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2434/848519
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact