Attone e Raterio. Un dialogo tra storiografia e filologia