Il saggio esplora alcuni tratti essenziali della “narratologia” della peste, un evento così “eccessivo” da produrre discorsi che, a partire da un’ossatura retorica costante nei secoli, si articolano lungo molteplici assi di azione e interpretazione sino a innervare riflessioni e comportamenti nuovi. L’analisi si concentra sul trattato di Daniel Defoe "Due Preparations for the Plague", pubblicato nel 1722 contestualmente al ben più noto "A Journal of The Plague Year", dal quale si distanzia per l’evidente urgenza persuasiva. Tracciando un percorso ibrido in cui confluiscono giornalismo, pubblicistica filogovernativa, manualistica d’istruzione morale, informazione statistico-scientifica, osservazioni sulla gestione dell’ordine pubblico e sul “buon governo”, casistica puritana, scambi dialogici e coinvolgenti innesti narrativi, l’opera è qui interpretata soprattutto in termini di narratologia e retorica del “rischio”, con particolare attenzione al prisma analitico della “prevenzione” e della “precauzione”.

Strategie narrative e pragmatica del rischio in "Due Preparations for the Plague" di Daniel Defoe / L.A. DE MICHELIS - In: Nell'Officina dei Lumi : Studi in onore di Gianni Francioni / [a cura di] G. Cospito, E. Mazza. - Prima edizione. - Pavia : Ibis, 2021. - ISBN 9788871646367. - pp. 57-71

Strategie narrative e pragmatica del rischio in "Due Preparations for the Plague" di Daniel Defoe

L.A. DE MICHELIS
2021

Abstract

Il saggio esplora alcuni tratti essenziali della “narratologia” della peste, un evento così “eccessivo” da produrre discorsi che, a partire da un’ossatura retorica costante nei secoli, si articolano lungo molteplici assi di azione e interpretazione sino a innervare riflessioni e comportamenti nuovi. L’analisi si concentra sul trattato di Daniel Defoe "Due Preparations for the Plague", pubblicato nel 1722 contestualmente al ben più noto "A Journal of The Plague Year", dal quale si distanzia per l’evidente urgenza persuasiva. Tracciando un percorso ibrido in cui confluiscono giornalismo, pubblicistica filogovernativa, manualistica d’istruzione morale, informazione statistico-scientifica, osservazioni sulla gestione dell’ordine pubblico e sul “buon governo”, casistica puritana, scambi dialogici e coinvolgenti innesti narrativi, l’opera è qui interpretata soprattutto in termini di narratologia e retorica del “rischio”, con particolare attenzione al prisma analitico della “prevenzione” e della “precauzione”.
Defoe; Due Preparations for the Plague; peste; narratologia; retorica del rischio
Settore L-LIN/10 - Letteratura Inglese
Book Part (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
DeMICHELIS DEFOE'S DUE PREPARATIONS FOR THE PLAGUE.pdf

accesso riservato

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 595.4 kB
Formato Adobe PDF
595.4 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/829755
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact