Alla ricerca della 'inutilizzabilità derivata'