La tendenza della giurisprudenza degli ultimi anni è nel senso di attribuire sempre maggior rilievo alla convivenza con un nuovo compagno da parte del coniuge titolare dell’assegno divorzile. Il confine fra il legame affettivo irrilevante e la costituzione di un nuovo vincolo familiare (che determina la cessazione del diritto a percepire l’assegno divorzile) è stato progressivamente spostato: l’unica fattispecie contemplata dal legislatore (il legame solennizzato in un nuovo matrimonio) è stata applicata estensivamente ad ipotesi via via sempre più labili. Questa linea evolutiva era coerente con l’evoluzione del comune sentire nella società contemporanea sino a che si attribuiva all’assegno divorzile una funzione esclusivamente assistenziale. Non è invece più condivisibile dal momento in cui la sentenza delle Sezioni Unite del 2018 ha affermato che l’assegno divorzile ha una funzione (anche, se non prevalentemente) compensativa.

Gli effetti della relazione affettiva stabile sulla titolarità dell’assegno divorzile : nuove prospettive sulla base della funzione compensativa dell’assegno / C. Rimini. - In: FAMIGLIA E DIRITTO. - ISSN 1591-7703. - 28:3(2021 Mar), pp. 270-274.

Gli effetti della relazione affettiva stabile sulla titolarità dell’assegno divorzile : nuove prospettive sulla base della funzione compensativa dell’assegno

C. Rimini
2021

Abstract

La tendenza della giurisprudenza degli ultimi anni è nel senso di attribuire sempre maggior rilievo alla convivenza con un nuovo compagno da parte del coniuge titolare dell’assegno divorzile. Il confine fra il legame affettivo irrilevante e la costituzione di un nuovo vincolo familiare (che determina la cessazione del diritto a percepire l’assegno divorzile) è stato progressivamente spostato: l’unica fattispecie contemplata dal legislatore (il legame solennizzato in un nuovo matrimonio) è stata applicata estensivamente ad ipotesi via via sempre più labili. Questa linea evolutiva era coerente con l’evoluzione del comune sentire nella società contemporanea sino a che si attribuiva all’assegno divorzile una funzione esclusivamente assistenziale. Non è invece più condivisibile dal momento in cui la sentenza delle Sezioni Unite del 2018 ha affermato che l’assegno divorzile ha una funzione (anche, se non prevalentemente) compensativa.
matrimonio; divorzio; assegno divorzile; convivenza
Settore IUS/01 - Diritto Privato
Article (author)
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/824844
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact