The paper deals with an intriguing inscribed fragment, to be dated in the second quarter of the 5th Century BC, from the Acropolis of Molino a Vento in Gela (Sicily). It was unearthed by Graziella Fiorentini during the archaeological excavations carried out on the northern slope of the Acropolis in the early Seventies of the last century. According to most of the scholars, the inscription tells that «Melissa runs». The Author discusses the reference to a female race, in strong connection with the meaningful name of Melissa, in order to highlight something about the nomima of the Doric Gela, which are almost unknown.

Durante gli scavi condotti nei primi anni Settanta del secolo scorso sul pendio settentrionale dell’Acropoli di Molino a Vento a Gela (CL) venne alla luce un piede di kylix attica, databile nel secondo quarto del V sec. a.C., con un’interessante iscrizione. Questa infatti recita, stando almeno alla maggior parte degli editori: «Melissa corre». L’allusione alla corsa e l’associazione con il nome femminile, Melissa, su cui si addensano numerose valenze semantiche, vengono qui discussi nel tentativo di fare un po' di luce sui nomima di Gela, di cui tanto poco sappiamo, in riferimento a un momento storico di grande fervore, quale è quello della tirannide dinomenide.

Melissa corre : Su un’epigrafe dall’Acropoli di Gela / C. Lambrugo (MATERIA E ARTE). - In: Στην υγειά μας : Studi in omaggio a Giorgio Bejor / [a cura di] C. Lambrugo. - Prima edizione. - Sesto Fiorentino : All'Insegna del Giglio, 2020. - ISBN 9788878149823. - pp. 223-229

Melissa corre : Su un’epigrafe dall’Acropoli di Gela

C. Lambrugo
2020

Abstract

Durante gli scavi condotti nei primi anni Settanta del secolo scorso sul pendio settentrionale dell’Acropoli di Molino a Vento a Gela (CL) venne alla luce un piede di kylix attica, databile nel secondo quarto del V sec. a.C., con un’interessante iscrizione. Questa infatti recita, stando almeno alla maggior parte degli editori: «Melissa corre». L’allusione alla corsa e l’associazione con il nome femminile, Melissa, su cui si addensano numerose valenze semantiche, vengono qui discussi nel tentativo di fare un po' di luce sui nomima di Gela, di cui tanto poco sappiamo, in riferimento a un momento storico di grande fervore, quale è quello della tirannide dinomenide.
The paper deals with an intriguing inscribed fragment, to be dated in the second quarter of the 5th Century BC, from the Acropolis of Molino a Vento in Gela (Sicily). It was unearthed by Graziella Fiorentini during the archaeological excavations carried out on the northern slope of the Acropolis in the early Seventies of the last century. According to most of the scholars, the inscription tells that «Melissa runs». The Author discusses the reference to a female race, in strong connection with the meaningful name of Melissa, in order to highlight something about the nomima of the Doric Gela, which are almost unknown.
Melissa; Gela; Acropoli; corsa
Settore L-ANT/07 - Archeologia Classica
Book Part (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
eb_st_cp_est_37-Lambrugo.pdf

accesso aperto

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 4.46 MB
Formato Adobe PDF
4.46 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/822864
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact