"Evaporazione" della proprietà e decivilizzazione: una storia già vista