Il diritto al lavoro delle persone disabili è tutelato dal legislatore italiano da diverso tempo, ma molte aziende continuano ad avere una scarsa conoscenza o una visione deformata dei propri compiti istituzionali, limitandosi, nei casi migliori, a una passiva ottemperanza agli obblighi di assunzione. La fragilità di tali atteggiamenti mostra tutta la sua inadeguatezza in un contesto, come quello attuale, segnato da importanti cambiamenti. Si allude non solo alla recente ratifica in Italia della Convenzione ONU sui diritti delle persone disabili, ma anche al forte vigore con cui si rivendica da più parti un comportamento etico nel fare impresa. Al fine di dare risposte moderne a questioni antiche, il libro, dopo una dettagliata analisi della normativa di riferimento, propone l’adozione di un nuovo linguaggio e l’acquisizione di nuove competenze manageriali. Per alfabetizzare le aziende e per promuovere la cultura della disabilità, si introduce il termine di “aziendabilità”. Il neologismo sottende una provocazione teorica, confermata anche dalla prassi: con gli opportuni accorgimenti, le aziende sono istituti abili a soddisfare i bisogni delle persone disabili e, allo stesso tempo, le persone disabili sono risorse abili a soddisfare le esigenze di economicità delle aziende. Per colmare le lacune di tipo gestionale, si ricorre al modello del disability management, un approccio rivoluzionario nei metodi e nei risultati, perché postula che sia soprattutto l’azienda a doversi adattare alla disabilità e perché dimostra i molteplici vantaggi connessi alla strategia dell’inclusione. La valorizzazione delle risorse disabili è la leva con cui si dà dignità al lavoro di “tutte” le persone e si restituisce una funzione nobile a “qualunque” azienda. Rivisitare con questo sguardo più intelligente e responsabile il rapporto tra le aziende e le risorse disabili traina con sé un rovesciamento anche nelle conclusioni: le aziende hanno bisogno dei disabili più di quanto i disabili non abbiano bisogno delle aziende.

L’aziendabilità : Il valore delle risorse disabili per l’azienda e il valore dell’azienda per le risorse disabili / S. Angeloni. - [s.l] : Franco Angeli, 2010. - ISBN 9788856817522. (ECONOMIA-RICERCHE)

L’aziendabilità : Il valore delle risorse disabili per l’azienda e il valore dell’azienda per le risorse disabili

S. Angeloni
2010

Abstract

Il diritto al lavoro delle persone disabili è tutelato dal legislatore italiano da diverso tempo, ma molte aziende continuano ad avere una scarsa conoscenza o una visione deformata dei propri compiti istituzionali, limitandosi, nei casi migliori, a una passiva ottemperanza agli obblighi di assunzione. La fragilità di tali atteggiamenti mostra tutta la sua inadeguatezza in un contesto, come quello attuale, segnato da importanti cambiamenti. Si allude non solo alla recente ratifica in Italia della Convenzione ONU sui diritti delle persone disabili, ma anche al forte vigore con cui si rivendica da più parti un comportamento etico nel fare impresa. Al fine di dare risposte moderne a questioni antiche, il libro, dopo una dettagliata analisi della normativa di riferimento, propone l’adozione di un nuovo linguaggio e l’acquisizione di nuove competenze manageriali. Per alfabetizzare le aziende e per promuovere la cultura della disabilità, si introduce il termine di “aziendabilità”. Il neologismo sottende una provocazione teorica, confermata anche dalla prassi: con gli opportuni accorgimenti, le aziende sono istituti abili a soddisfare i bisogni delle persone disabili e, allo stesso tempo, le persone disabili sono risorse abili a soddisfare le esigenze di economicità delle aziende. Per colmare le lacune di tipo gestionale, si ricorre al modello del disability management, un approccio rivoluzionario nei metodi e nei risultati, perché postula che sia soprattutto l’azienda a doversi adattare alla disabilità e perché dimostra i molteplici vantaggi connessi alla strategia dell’inclusione. La valorizzazione delle risorse disabili è la leva con cui si dà dignità al lavoro di “tutte” le persone e si restituisce una funzione nobile a “qualunque” azienda. Rivisitare con questo sguardo più intelligente e responsabile il rapporto tra le aziende e le risorse disabili traina con sé un rovesciamento anche nelle conclusioni: le aziende hanno bisogno dei disabili più di quanto i disabili non abbiano bisogno delle aziende.
People with disabilities; work
Settore SECS-P/07 - Economia Aziendale
L’aziendabilità : Il valore delle risorse disabili per l’azienda e il valore dell’azienda per le risorse disabili / S. Angeloni. - [s.l] : Franco Angeli, 2010. - ISBN 9788856817522. (ECONOMIA-RICERCHE)
Book (author)
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/812920
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact