Il diritto alla speranza compendia i tratti costituzionalmente necessari dell’esecuzione penale: risocializzazione, progressività trattamentale, flessibilità delle pene, necessità di un vaglio giurisdizionale sul percorso rieducativo, divieto di rigidi automatismi penitenziari e di presunzioni legali assolute. In questo nuovo libro, gli autori declinano il diritto alla speranza rispetto all’ergastolo ostativo e al regime detentivo differenziato (artt. 4-bis e 41-bis, II c., ord. pen.). La parte prima, aperta da un ampio ritratto del volto costituzionale della pena, raccoglie i commenti alle pertinenti e più significative sentenze della Corte europea dei diritti umani (Provenzano e Viola n. 2) e della Corte costituzionale (nn. 253 e 263 del 2019). La parte seconda offre una silloge dei più recenti interventi del giudice costituzionale, del giudice di legittimità e del giudice minorile, unitamente alla relazione della Commissione parlamentare antimafia sugli effetti ordinamentali della illegittimità, convenzionale e costituzionale, del regime ostativo penitenziario. Inoltre, contiene i cinque amici curiae presentati alla Consulta nel giudizio di legittimità costituzionale dell'ergastolo ostatiivo. Il diritto alla speranza, ora davanti alle corti, è la misura della dignità del detenuto, anche quando condannato a vita. Negare l’uno significa annullare l’altra.

Il diritto alla speranza davanti alle corti : Ergastolo ostativo e articolo 41-bis / E. Dolcini, F. Fiorentin, D. Galliani, R. Magi, A. Pugiotto. - Torino : Giapichelli, 2020. - ISBN 9788892136083.

Il diritto alla speranza davanti alle corti : Ergastolo ostativo e articolo 41-bis

E. Dolcini;D. Galliani;
2020

Abstract

Il diritto alla speranza compendia i tratti costituzionalmente necessari dell’esecuzione penale: risocializzazione, progressività trattamentale, flessibilità delle pene, necessità di un vaglio giurisdizionale sul percorso rieducativo, divieto di rigidi automatismi penitenziari e di presunzioni legali assolute. In questo nuovo libro, gli autori declinano il diritto alla speranza rispetto all’ergastolo ostativo e al regime detentivo differenziato (artt. 4-bis e 41-bis, II c., ord. pen.). La parte prima, aperta da un ampio ritratto del volto costituzionale della pena, raccoglie i commenti alle pertinenti e più significative sentenze della Corte europea dei diritti umani (Provenzano e Viola n. 2) e della Corte costituzionale (nn. 253 e 263 del 2019). La parte seconda offre una silloge dei più recenti interventi del giudice costituzionale, del giudice di legittimità e del giudice minorile, unitamente alla relazione della Commissione parlamentare antimafia sugli effetti ordinamentali della illegittimità, convenzionale e costituzionale, del regime ostativo penitenziario. Inoltre, contiene i cinque amici curiae presentati alla Consulta nel giudizio di legittimità costituzionale dell'ergastolo ostatiivo. Il diritto alla speranza, ora davanti alle corti, è la misura della dignità del detenuto, anche quando condannato a vita. Negare l’uno significa annullare l’altra.
diritto alla speranza; ergastolo; ostativo; 41-bis
Settore IUS/09 - Istituzioni di Diritto Pubblico
Settore IUS/08 - Diritto Costituzionale
Il diritto alla speranza davanti alle corti : Ergastolo ostativo e articolo 41-bis / E. Dolcini, F. Fiorentin, D. Galliani, R. Magi, A. Pugiotto. - Torino : Giapichelli, 2020. - ISBN 9788892136083.
Book (author)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
NUOVA SPERANZA DEFINITIVO.pdf

accesso riservato

Tipologia: Publisher's version/PDF
Dimensione 4.28 MB
Formato Adobe PDF
4.28 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2434/783256
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact