Un dialogo (immaginario) fra un ergastolano ostativo e un giudice costituzionale